Rio 2016: i casi doping saranno esaminati dal TAS

Antidoping.jpg

Il portaparola del CIO Mark Adams ha annunciato una novità significativa per i prossimi Giochi Olimpici di Rio 2016: i casi doping riscontrati in occasione della rassegna a cinque cerchi non saranno esaminati e giudicati dallo stesso Comitato Olimpico Internazionale, bensì dal Tribunale Arbitrale Sportivo (TAS) di Losanna: “Questa misura punta innanzi tutto a proteggere gli atleti puliti. La nuova divisione antidoping del TAS rimpiazzerà la commissione antidoping del CIO“, ha detto Adams. L’obiettivo è quello di avere un organo di giudizio indipendente per le violazioni del regolamento antidoping.

Il TAS si doterà dunque di un gruppo di giudici che avranno come unica competenza quella di giudicare i casi doping, e di una seconda divisione che dovrà esaminare gli eventuali ricorsi degli atleti dopo la prima sentenza. La nuova divisione antidoping sarà presente sul posto a Rio de Janeiro in occasione dei Giochi Olimpici.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top