Pentathlon, Coppa del Mondo: italiani padroni in casa. Ben cinque atleti azzurri in finale a Roma

Pentathlon.jpg

Si sono svolte oggi, a Roma, le qualificazioni maschili della terza prova di Coppa del Mondo 2016; in gara c’erano 97 pentatleti, suddivisi in tre gruppi, a caccia dei 36 posti per la finale di sabato. Ben 12 gli azzurri, i quali si sono ben disimpegnati nella tappa di casa: Pier Paolo Petroni, Fabio Poddighe, Auro Franceschini, Giuseppe Mattia Parisi e Riccardo De Luca hanno centrato l’appuntamento con la finale; fra gli altri italiani, bravi ma rimasti fuori dall’ultimo atto di sabato per un soffio, Matteo Cicinelli, Nicola Benedetti e Valerio Grasselli.

Nel gruppo A, ottima gara per Petroni che è partito subito bene nella scherma, chiusa al 6° posto con 222 punti, risalendo al 3° posto dopo il nuoto chiuso in 2:04.71 (326 punti) e chiudendo il combined al primo posto in 11:25.09 (615 punti). Gara in salita, invece, quella di De Luca che ha chiuso la scherma al 17° posto con 201 punti, poi è scivolato in 21^ posizione dopo il nuoto (2:09.14 – 313 punti) per rimontare infine 11 posizioni nel combined, chiuso in 11:02.57 (638 punti), migliore prestazione assoluta del gruppo. Grande rimonta anche per Cicinelli che è partito dal 21° posto dopo la scherma (194 punti), poi è risalito al 17° posto dopo il nuoto (2:03.79 – 329 punti) e infine ha chiuso 5 posizioni più avanti il combined (11:14.90 – 626 punti). Al contrario, Benedetti ha iniziato la gara con un ottimo 3° posto nella prova di scherma (236 punti), poi è scivolato in 19^ posizione dopo il nuoto (2:17.68 – 287 punti), e nel combined non è riuscito a trovare il suo solito acuto rimontando solo 5 posizioni (11:18.26 – 622 punti).

Nel gruppo B, molto bene Poddighe che dopo il 2° posto conquistato nel nuoto (2:02.16 – 334 punti) è sceso al 4° posto dopo una prova di scherma chiusa con 236 punti, e nel combined ha perso 3 posizioni chiudendo in 11:33.10 (607 punti). Occasione sciupata per Grasselli che, dopo aver chiuso al 25° posto la prova di nuoto (2:09.04 – 313 punti), è risalito addirittura al 2° posto grazie ad una grande prova di scherma chiusa al secondo posto con 264 punti, ma nel combined ha sciupato tutto il vantaggio perdendo 14 posizioni (12:12.62 – 568 punti). Alessandro Colasanti ha iniziato la gara conquistando l’11° posto nel nuoto (2:05.15 – 325 punti), poi però è sceso al 23° posto dopo la scherma, chiusa con 180 punti, e nel combined è riuscito a rimontare solo 2 posizioni terminando in 11:29.76 (611 punti). Daniele Colasanti ha iniziato con il 29° posto nella prova di nuoto (2:10.59 – 309 punti), poi è risalito al 27° al termine della scherma (173 punti) per poi scivolare di nuovo di due posizioni nel combined chiuso in 11:43.93 (597 punti).

Nel gruppo C, infine, buona la gara di Franceschini che ha iniziato la gara con il 6° posto centrato nella prova di nuoto (2:01.71 – 335 punti), poi ha perso 10 posizioni nella scherma (191 punti), ma nel combined ha rimontato 7 posizioni chiudendo in 11:07.99 (633 punti). Gara straordinaria quella del ventunenne Parisi che è partito dal 29° posto dopo la prova di nuoto (2:13.86 – 299 punti), poi è risalito al 19° posto dopo la scherma chiusa con 215 punti e nel combined ha centrato l’impresa vincendo la prova in 11:00.31 (640 punti) e rimontando così altre 8 posizioni. Montico, invece, 25° dopo la prova di nuoto chiusa in 2:09.84 (311 punti) è risalito al 18° posto dopo la prova di scherma chiusa con 208 punti, ma nel combined ha rimontato soltanto 2 posizioni chiudendo in 11:44.70 (596 punti). De Santis era partito bene chiudendo al 7° posto la prova di nuoto (2:01.98 – 335 punti) e agguantando il 3° posto dopo un’ottima prova di scherma chiusa con 229 punti, poi però nel combined ha perso 22 posizioni chiudendo in 13:20.03 (500 punti).

Domani è in programma la finale femminile, con le 36 pentatlete capaci di centrare l’appuntamento attraverso le qualificazioni di ieri; tra queste, ci sono le tre azzurre Claudia Cesarini, Elena Micheli e Alice Sotero.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

Foto: FIPM

Lascia un commento

Top