Pallanuoto, preolimpico femminile 2016: Setterosa a Rio, il viaggio parte adesso

Setterosa-Daniela-Bolla.jpg

La nazionale italiana di pallanuoto femminile si è qualificata per i Giochi Olimpici di Rio 2016, arrivando fino in finale al torneo preolimpico in corso di svolgimento a Gouda, in Olanda (oggi alle 17.45 la finale contro gli Usa). Un obiettivo inseguito e su cui la squadra ha lavorato a lungo che però non deve eclissare la caccia alla medaglia olimpica.

L’Italia ha sofferto in un torneo dalla formula complessa dove ogni gol poteva fare la differenza. Dopo il pareggio con l’Olanda e la vittoria con la Russia nelle due partite clou del girone, successo stentato contro il Canada nella partita che per alcune delle atlete in campo valeva una vita. Come ha sottolineato anche il CT Fabio Conti a fine match, le azzurre nell’occasione non avevano giocato la miglior partita ma in quella situazione era importante solo vincere.  

Nella giornata di ieri è arrivato un’altra vittoria con la Russia, avversaria sempre temibile e ostica da superare, a testimonianza delle qualità della squadra. Oggi contro gli Stati Uniti il match più difficile che però, senza obiettivi in palio, può permettere alle ragazze e allo staff del Setterosa di prendere le misure contro l’avversario potenzialmente più forte delle Olimpiadi.

Da domani, archiviata la meritata felicità per il risultato ottenuto, sarà già tempo di guardare a Rio. Il Setterosa ha tutte le capacità di giocarsi una medaglia fino in fondo ma dovrà limitare i passaggi a vuoto che troppo spesso ne hanno limitato i risultati al di là del gioco prodotto in altre fasi del match. Quando ha avuto bisogno, la difesa è stata rocciosa (la Russia nell’ultima partita del girone si è fermata a due soli gol fatti in tutto il match) mentre l‘attacco può poggiarsi su più individualità per penetrare i muri avversari. Una differenziazione nelle soluzioni offensive che potrebbe essere l’asso della manica della squadra.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Daniela Bolla

Lascia un commento

Top