Nuoto, Trials olimpici Francia: choc Stravius e Agnel, niente pass nei 200 stile libero

Yannick-Agnel-nuoto-foto-fb-agnel.jpg

Yannick Agnel e Jérémy Stravius hanno mancato il tempo limite per la qualificazione a Rio 2016 ai Trials olimpici francesi di nuoto iniziati ieri a Montpellier. Attesi nei 200 stile libero, i due transalpini che venerdì gareggeranno anche nella prova regina contro Florent Manaudou – e in ottica staffetta – si sono fermati rispettivamente a 1’46”99 (terzo) e 1’46”18 (primo), con in mezzo il 21enne Jordan Pothain (1’46”81) e poco distanti dal crono richiesto di 1’46”06.

Agnel è campione olimpico in carica nella specialità e viene da un paio di stagioni buie durante le quali ha deciso di allenarsi negli Stati Uniti prima di fare ritorno in patria con più problemi che miglioramenti. Stravius è diventato così il terzo al mondo nel 2016, ma non ha agguantato la qualificazione per dodici centesimi. Mentre i lettori dell’Equipe si lamentano per l’eccessiva durezza dei tempi limite, criticati qualche settimana fa anche da Camille Lacourt, la Francia rimane nel dubbio: saranno ripescati o meno?

L’unico pass conquistato oggi – il primo finora – è stato dunque quello di Coralie Balmy nei 400 stile libero con 4’05”38. William Debourges si è preso i 200 rana in 2’12”85, Fanny Deberghes i 100 femminili in 1’08”61 e Béryl Gastaldello i 100 dorso in 1’00”26. A Stoccolma, nello Swim Open in cui a metà pomeriggio la padrona di casa Sarah Sjoestroem ha dominato i 200 sl in 1’54”87, ci sono infine da segnalare i successi degli azzurri Luca Mencarini nei 200 dorso (1’58”73) e Piero Codia nei 50 farfalla (23”65).

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Agnel

Lascia un commento

Top