Nuoto sincronizzato, torneo di qualificazione olimpica: l’Italia punta sul duo Cerruti-Ferro

cerruti_ferro_foto_rari-libera-da-copyright.-nuoto-sincronizzato.jpg

Dal 2 al 6 marzo l’Italia di nuoto sincronizzato si giocherà l’accesso alle Olimpiadi 2016 proprio al Maria Lenk Aquatic Center di Rio. E’ infatti previsto questa settimana il torneo di qualificazione ai Giochi che, come da tradizione, vedranno impegnate solo le specialità squadra e duo. Quali sono le ambizioni delle azzurre?

SQUADRA – Le corazzate Cina e Russia sono già qualificate. Come anche Brasile (paese ospitante), Egitto e Australia, formazioni nettamente inferiori all’Italia. Che in questi giorni sarà chiamata a un compito non facile: rientrare tra le migliori tre – ovviamente esclusi i paesi che vantano già il pass – della classifica. Considerando le gerarchie piuttosto stabili del nuoto sincronizzato, i risultati degli ultimi Mondiali hanno visto le azzurre chiudere seste nel programma libero e settime in quello a squadre. Battute però sempre da Giappone, Ucraina e Spagna, le favorite per gli ultimi tre posti olimpici. L’Italia – così come il Canada, che ci equivale – dovrà dunque sperare in un passo falso delle tre squadre citate per un (difficile) biglietto per Rio 2016.

DUO – Missione più agevole per Linda Cerruti e Costanza Ferro (la riserva è Francesca Deidda), in continua ascesa negli ultimi anni e protagoniste con un sesto e un settimo posto a Kazan. In palio ci sono molti pass e tutto lascia presagire che, come già avvenuto a Londra 2012, l’Italia sarà rappresentata alle Olimpiadi da sole due sincronette. Il percorso di qualificazione prevede al momento 11 biglietti ancora liberi: sette verranno assegnati durante il primo round di giovedì 3 marzo e altri quattro durante il secondo, domenica 6. Ma è probabile che alla fine le nazioni qualificate saranno di più, tra continenti assenti (Oceania) e possibili pass “doppi” (es. Ucraina e Giappone, favorite con la squadra ma già presenti nel duo in cui, dunque, non potranno occupare altre caselle) da riassegnare in estate. Sulla carta, comunque, le azzurre sono da top 6/7: un cammino quasi in scioltezza.

LA START LIST DEL TORNEO DI QUALIFICAZIONE OLIMPICA

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Rari

Lascia un commento

Top