Nuoto, Efimova: “Mai preso meldonium dopo l’1 gennaio. Respingo ogni accusa di doping”

Yulia-Efimova-nuoto-foto-da-pagina-FB-Georgian-Swimmers-Club.jpg

Eccola, la risposta di Yulia Efimova. La bella ranista russa, oro e bronzo agli ultimi mondiali di Kazan nei 100 e nei 50, è intervenuta con un videocomunicato ufficiale trasmesso all’interno dell’edizione delle 14 locali del tg di Russia 24. Apparentemente sul divano di casa, con una t-shirt azzurra, la nuotatrice ha spiegato la sua versione dei fatti riguardo la presunta positività al meldonium lanciata dalle agenzie di stampa di tutto il mondo mercoledì scorso e che aveva scatenato l’ira di molti colleghi.

Con voce quasi commossa ha respinto ogni accusa di doping. Si legge sul sito Rg.Ru: “Campioni prelevati a Los Angeles (dove si allena, ndr) lo scorso febbraio hanno evidenziato tracce di meldonium nel mio corpo. Ma le informazioni sono state riportate frettolosamente da alcuni organi di stampa. Avrei voluto annunciarlo io. Mi spiace aver deluso i miei amici, la mia famiglia, le persone e le aziende che mi hanno aiutato e soprattutto i miei fans, ma non ho ricevuto alcuna notifica dell’introduzione della sostanza nella lista proibita della Wada dal 1 gennaio. Né una mail, né una voce dallo staff medico russo o dalla Fina. Comunque l’ultima volta che ho preso il meldonium era nel 2015, quando ancora era legale, per ragioni mediche e con una regolare ricetta. Siamo attualmente impegnati nel tentativo di scoprire come avrebbe potuto essere nel mio corpo dopo il 1 gennaio“.

Видео. Официальное заявление

Pubblicato da Yuliya Efimova su Lunedì 21 marzo 2016

 

Yulia Efimova, che ha dichiarato di sperare ancora nella partecipazione a Rio 2016 (se invece la positività venisse confermata, rischierebbe la radiazione perché recidiva), ha poi aggiunto: “Siamo determinati a realizzare la completa rimozione delle accuse e dimostrare che non ha violato le regole antidoping. Respingo categoricamente ogni accusa. Nel 2013, per stupidità, ho preso 16 mesi di squalifica (steroidi anabolizzanti, ndr) e da allora controllo con molta attenzione tutto ciò che va nel mio corpo“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Georgian Swimmers Club

Lascia un commento

Top