Nuoto, Arena Pro Swim Series 2016: Dotto, D’Arrigo e Castiglioni in vasca ad Orlando

Arianna-Castiglioni-2-nuoto-foto-fin-dpm.jpg

Un weekend intenso per la Nazionale italiana di nuoto impegnata nella terza tappa dell’Arena Pro Swim Series  con due selezioni: la prima ad Orlando (Florida) dal 3 al 5 marzo (dalle 15 alle 24 ora italiana) mentre la seconda nel meeting Open Mediterranee / FFN Golden Tour Camille Muffat, in onore della compianta nuotatrice tragicamente scomparsa un anno fa, organizzato nella piscina di Marsiglia dal 4 al 6 marzo.

In Florida gli azzurri iscritti alle gare saranno i seguenti: 

Niccolò Bonacchi (Esercito/Nuotatori Pistoiesi) 100 e 200 dorso
Alessandro Bori (Fiamme Gialle/Team Lombardia MGM) 50, 100 e 200 sl
Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) 100 e 200 rana
Andrea Mitchell D’Arrigo (Aurelia Nuoto/Gators) 100, 200 e 400 sl
Luca Dotto (Forestale/Larus Nuoto) 50, 100, 200 sl
Alessandro Miressi (CN Torino) 50, 100 e 200 sl
Michele Santucci (Fiamme Azzurre/Larus Nuoto) 50, 100 e 200 sl
Silvia Scalia (Team Lombardia MGM) 100 e 200 dorso

Nomi interessanti del panorama italiano negli States che scenderanno in vasca per un test interessante in vista del primo appuntamento clou della stagione, ovvero i Campionati Assoluti Primaverili di Riccione (19 aprile). Di sicuro un occhio di riguardo lo avranno Luca Dotto e Arianna Castiglioni che non hanno preso parte alla fortunata rassegna europea di Netanya di fine 2015 (piscina da 25 metri) ma posteriormente hanno impressionato con tempi notevoli. Il velocista allenato da Claudio Rossetto, nell’ultima uscita stagionale (Assoluti Invernali), in vasca lunga, ha stampato un incoraggiante 48″34 sui 100 metri stile libero (secondo miglior crono in carriera) rilanciando le proprie quotazioni in vista dell’anno olimpico sia in ottica gara individuale che staffetta 4×100 stile. Per quanto concerne Arianna, reduce da qualche problemino fisico,  ha ottenuto un’ottima prestazione nel 34esimo Meeting di Zurigo (10 gennaio 2016)  sui 100 rana conclusi in 1’05″44 (vasca corta) che vale per la giovane atleta lombarda un miglioramento significativo e il secondo tempo All time in Italia a soli 16 centesimi dal record di Lisa Fishnaller (targato Herning in 1’05″28). Grande curiosità per motivi opposti la destano, invece, Andrea Mitchell D’Arrigo e Silvia Scalia. D’Arrigo è reduce da un 2015 orribile nel quale non è mai riuscito a mettere in acqua il suo vero potenziale. Poco incisivo e non sufficientemente convinto delle sue possibilità il 21enne italo-americano si rimette in gioco, sperando di rivederlo, nell’annata, come negli Europei di Berlino 2014 (argento sui 400m stile libero). Per quanto concerne la Scalia, la dorsista è stata la vera sorpresa degli Assoluti invernali di Riccione: 28″60 sui 50m dorso (terza prestazione italiana mai nuotata), 1’00″54 (quarta prestazione azzurra Alltime) e il 2’13″25 (tredicesima prestazione in Italia) rappresentano riscontri decisamente importanti per un’atleta che, dopo i successi giovanili, sembrava essersi smarrita ma grazie al citato Gianni Leoni ha ritrovato se stessa e tutto il suo talento. Ci auguriamo che il 2016 segua il medesimo andamento della chiusura dell’anno trascorso.

RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina facebook fin Deepbluemedia

Lascia un commento

Top