Motomondiale, Moto3: in Argentina la “pace” tra Fenati e Bulega. Antonelli e Bagnaia per una splendida conferma

Bastianini-2015-Misano-FOTOCATTAGNI-2.jpg

Due settimane dopo il grande risultato del Qatar, prima tappa del Motomondiale 2016, gli italiani della Moto3 volano in Argentina per continuare a stupire. Il circuito di Termas De Rio Hondo, lungo 4.806 metri ed animato da 14 curve, ospiterà la seconda battaglia tra i centauri delle tre categorie.

Occhi puntati sugli azzurri della classe meno potente del Mondiale, che in quel di Losail hanno letteralmente incantato. Niccolò Antonelli proverà a dare continuità alla vittoria siglata all’esordio. Il pilota di Cattolica, in sella ad un Honda del Team Ongetta, non ha un buon feeling con il tracciato sud-americano. 25° nel 2014, ritirato nella passata stagione, è dunque giunto il momento di trovare un buon risultato anche in Argentina.

Francesco Bagnaia, ottimo terzo in Qatar, vuol continuare ad aggredire i km che gli si porranno dinanzi. Il pilota Mahindra fa parte dei “Ragazzi terribili” made in Italy, proprio come Nicolò Bulega e Romano Fenati. I due dello Sky Racing Team VR46, dopo le bizze del Qatar, devono assolutamente far gioco di squadra, o quantomeno evitare di intralciarsi con inutili testa a testa ed errori che favorirebbero soltanto i loro avversari. L’Argentina è già test importante per provare le loro capacità emotive. Se Bulega può essere capito per la sua inesperienza dovuta ai soli 16 anni compiuti, lo stesso discorso non può essere usato per giustificare le reazioni di Fenati, ben più abituato alla bagarre della Moto3.

Infine, Enea Bastianini ed il tedesco Brad Binder, forti della loro maggior esperienza, sono pronti a piazzare la zampata vincente nel secondo GP stagionale.

FOTOCATTAGNI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Lascia un commento

Top