MotoGp, un cambio di regole che sembra una beffa per Valentino Rossi

Rossi-Marquez-Sepang-1.jpg

La Gp Commission ha approvato il nuovo sistema di penalità per i piloti del Mondiale MotoGP. Le sanzioni, causate da comportamenti al di sopra delle regole da parte dei centauri, porteranno sempre ad una decurtazione deI cosiddetti punti della patente, che costarono a Valentino Rossi l’arretramento all’ultima posizione della griglia di partenza nell’ultimo GP di Valencia. Cambia però il metodo di sanzione. I piloti sanzionati non verranno più arretrati in griglia al raggiungimento di 4 o 7 punti di penalità, bensì, al decimo punto della patente sottratto, scatterà il GP di squalifica.

Decisione che, presa soltanto qualche mese fa, avrebbe concesso al pilota Yamaha di giocarsi al meglio le sue carte per aggiudicarsi il discusso Mondiale 2015.

FOTOCATTAGNI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top