MotoGP, GP Qatar 2016: Lorenzo primo sigillo, Dovizioso grandioso secondo, Marquez 3° e Rossi fuori dal podio

Lorenzo-4-FOTOCATTAGNI.jpg

Pronostici rispettati. Jorge Lorenzo si impone nella prima gara della stagione del Mondiale di MotoGP con grande autorevolezza. Una prestazione semplicemente perfetta quella del campione del mondo 2015, senza sbavature e con un ritmo costante di grandissima qualità. Tantissimi giri sul 1’55″3 e il record a due tornate dal termine sotto il muro del 1’55 (1’54″937″) testimonia un feeling incredibile tra lo spagnolo e la sua M1. Un successo costruito a 7 giri dal termine quando il martillo, una volta superata la Ducati di un grandioso Andrea Dovizioso, ha avuto vita facile gestendo alla grandissima la propria gara.

Dicevamo un grande Dovi e così è stato, replicando il secondo posto dell’anno scorso su un circuito nel quale il forlivese riesce sempre ad andare fortissimo resistendo come un leone agli attacchi di Marc Marquez e superandolo poi all’ultimo giro grazie ad una staccata furibonda. Davvero tanto di cappello ad un pilota che ha risposto presente dopo le critiche degli ultimi tempi. Per quanto concerne l’altra rossa in gara, Andrea Iannone purtroppo è uscito nelle prime battute per una scivolata per eccesso di foga nel confronto con Lorenzo. Un vero peccato perchè sarebbe potuto essere anche lui della partita per il podio.

Venendo a Marquez un risultato buono ma non ottimo per il Cabronçito che, nel corso delle qualifiche di sabato, aveva mostrato un passo decisamente veloce, dando l’impressione di lottare con la Yamaha. La gara ha dato un riscontro diverso e Marc si deve accontentare di un terzo posto, anche dietro la Ducati a 2″287 dalla vetta. Sottotono la prestazione di Valentino Rossi, quarto e fuori dal podio. Molto discontinuo il 46 che ha alternato giri molto veloci ad errori di traiettoria che gli sono costati cari. Un riscontro quindi su cui il 46 dovrà riflettere per cercare di tornare nella top3 già dal prossimo appuntamento del GP di Argentina, in programma tra due settimane. Oltre a Valentino una gara al di sotto delle attese per Maverick Vinales e Dani Pedrosa che non sono mai stati della partita per salire sul podio, giunti quinto e sesto a 14″ e 15″ dalla vetta.

ORDINE DI ARRIVO MOTOGP

POS # RIDER NAME GAP
1
99
J. LORENZO
42:28.452
2
4
A. DOVIZIOSO
+2.019
3
93
M. MARQUEZ
+2.287
4
46
V. ROSSI
+2.387
5
26
D. PEDROSA
+14.083
6
25
M. VIÑALES
+15.423
7
44
P. ESPARGARO
+18.629
8
38
B. SMITH
+18.652
9
8
H. BARBERA
+21.160
10
45
S. REDDING
+24.435
11
41
A. ESPARGARO
+35.847
12
50
E. LAVERTY
+41.756
13
19
A. BAUTISTA
+41.932
14
43
J. MILLER
+41.982
15
53
T. RABAT
+54.953
RT
6
S. BRADL
21:42.599
RT
76
L. BAZ
15:44.516
RT
35
C. CRUTCHLOW
11:44.221
RT
29
A. IANNONE
9:44.391
RT
68
Y. HERNANDEZ
2:03.498

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top