Lotta, Europei 2016: tutti i favoriti della rassegna di Riga


Lotta - Frank Chamizo UWW

Iniziano quest’oggi, martedì 8 marzo, i Campionati Europei di lotta 2016, che si svolgeranno fino a domenica nell’arena di Riga. La capitale della Lettonia ospiterà la rassegna continentale per la terza volta, dopo il 1926, quando si tennero solo le competizioni di greco-romana, ed il 2003, quando la città baltica ospitò le prove di lotta libera maschile e femminile, mentre le medaglie della greco-romana vennero assegnate a Belgrado. Ricordiamo che l’ultima edizione dei Campionati Europei si è tenuta nel 2014 a Vantaa (Finlandia), mentre lo scorso anno la competizione continentale di riferimento si è svolta a Baku, con la prima edizione degli European Games.

LOTTA LIBERA

57 KG
Sorprendente l’anno scorso a Baku, il tedesco Marcel Ewald proverà a raggiungere una nuova finale. Presenti anche i due medagliati di bronzo di Vantaa 2014, il francese Zoheir El Ouarraqe e l’armeno Garik Berseghyan, così come Alexandru Chirtoacă, moldavo che giunse terzo ai Giochi Europei.

61 KG
Il campione europeo e mondiale Haji Aliyev è uno dei tre azeri iscritti al torneo in questa categoria, anche se alla fine potrà combattere solamente uno di questi. Se il ventiquattrenne dovesse partecipare, sarebbe il favorito d’obbligo del torneo, ma tra gli altri favoriti annoveriamo il bulgaro Vladimir Dubov e soprattutto il georgiano Vladimer Khinchegashvili, dominatore della categoria inferiore, della quale è campione mondiale in carica.

65 KG
Campione mondiale in carica, l’azzurro Frank Chamizo partirà con i favori del pronostico, viste anche le assenze pesanti del russo Soslan Ramonov, iridato nel 2014, e dell’azero Toghrul Asgarov, che lo sconfisse lo scorso anno nella finale di Baku. L’avversario più temibile per Chamizo arriverà dalla Turchia, che dovrà scegliere tra Servet Coşkun, argento europeo nel 2014, e Mustafa Kaya, terzo agli European Games.

70 KG
Il polacco di origine cecena Magomedmurad Gadzhiev punterà a vincere il titolo continentale. Argento un anno fa a Baku, Gadzhiev potrà contare sulle assenze dei big di Russia, Azerbaijan e Armenia.

74 KG
Campione europeo nel 2010 e nel 2011, l’azero Jabrayil Hasanov proverà a conquistare una quinta finale ed un terzo titolo continentale. Attenzione anche al turco Soner Demirtaş, mentre l’armeno Grigor Grigoryan salirà di categoria e proverà a vincere una medaglia anche tra i 74 kg.

86 KG
Già medagliato a livello mondiale ed europeo, il ventottenne ungherese István Veréb è uno dei più esperti tra i pretendenti al podio di questa categoria. Da tenere d’occhio anche il turco Selim Yaşar, finalista ai Mondiali di Las Vegas nel 2015 e bronzo nella rassegna iridata dell’anno precedente.

97 KG
Dopo i bronzi di Pechino e Londra, l’azero Khetag Gazyumov andrà alla ricerca a Rio di una terza medaglia europea. Il veterano classe 1982, intanto, proverà a vincere il suo quarto titolo europeo – il quinto se si considera anche la vittoria dei Giochi Europei di Baku. Come lo scorso anno, potrebbe trovare in finale il georgiano Elizbar Odikadze, mentre l’ucraino Valeriy Andriytsev potrebbe fungere da terzo incomodo.

125 KG
Il dominatore della categoria è il turco Taha Akgül, che per il quinto anno consecutivo potrebbe aggiudicarsi la rassegna continentale più importante, senza dimenticare i suoi due ori mondiali. Difficile pensare che qualcuno possa impensierirlo, ma per il podio saranno in ballo sicuramente l’ungherese Daniel Ligeti ed il giovane georgiano Geno Petriashvili, già iridato a livello junior.

CLICCA SU PAGINA 2 PER LA LOTTA GRECO-ROMANA

Lascia un commento

Top