Lotta, Europei 2016: secondo titolo continentale per Zhan Beleniuk

Lotta-Zhan-Beleniuk-UWW.jpg

I Campionati Europei di lotta 2016 si sono conclusi quest’oggi a Riga (Lettonia) con l’assegnazione degli ultimi quattro titoli della greco-romana.

La tornata delle finali, anticipata quest’oggi di un’ora per lasciare spazio alla cerimonia di chiusura, si è aperta con la categoria 71 kg, dove si è imposto l’armeno Varsham Boranyan. Dopo diversi piazzamenti a ridosso del podio, infatti, il caucasico ha conquistato un inaspettato titolo europeo, battendo per 3-0 il serbo Aleksandar Maksimović, già bronzo nel 2011. Tra i più quotati della vigilia, l’ungherese Bálint Korpási, argento agli European Games dello scorso anno, si è classificato al terzo posto in coabitazione con l’azero Hasan Aliyev. L’azzurro Davide Cascavilla è stato eliminato al primo turno con un netto 9-0 subito per mano del greco Gievgkeni Pentorets.

Medagliato d’argento ai Giochi Europei di Baku 2015, il serbo Viktor Nemeš ha sperato a lungo nella conquista del titolo continentale: in vantaggio per 2-0 sul georgiano Zurabi Datunashvili, Nemeš si è fatto raggiungere sul 2-2 negli ultimi trenta secondi della finale, venendo sconfitto. Medaglie di bronzo all’ungherese László Szabó ed all’armeno Karapet Chalyan, con quest’ultimo che ha sconfitto per 4-1 l’azero Elvin Murasliyev, proprio colui che aveva sconfitto Nemeš nella finale di Baku. Per i colori azzurri era presente in questa categoria Ciro Russo, eliminato sin dal primo turno con un perentorio 8-0 dal bielorusso Aliksandr Dzemyanovich.

Grossa sorpresa nella categoria 80 kg, dove la medaglia d’oro è andata al tedesco Pascal Eisele. Il ventitreenne si è imposto per 8-0 sul polacco Edgar Babayan, mettendo a segno tre proiezioni di fila, con l’avversario che ha addirittura perso i sensi per qualche istante. Il bulgaro Daniel Aleksandrov ed il turco Aslam Atem completano il novero dei medagliati.

A chiudere il programma di questa rassegna continentale è stata la categoria 85 kg, nella quale era presente anche l’azzurro Fabio Parisi, battuto agli ottavi di finale dal bulgaro Nikolay Bayryakov (10-0). Campione europeo nel 2014 e campione mondiale in carica, l’ucraino di origine ruandese Zhan Beleniuk non poteva che essere il favorito di questo torneo continentale: il venticinquenne, che vanta anche la finale disputata agli European Games, ha dovuto faticare nel match finale contro il georgiano Roberti Kobliashvili, ma alla fine si è imposto sul punteggio di 5-2. La Germania, che in questa categoria aveva ottenuto il bronzo a Baku 2015 con Ramsin Azizsir, è salita ancora sul terzo gradino del podio, ma questa volta con Denis Kudla, mentre il polacco Tadeusz Michalik ha estromesso dalla zona medaglie il forte russo Evgeniy Saleev (3-2).

RISULTATI

Greco-Roman

71 KG
GOLD: Varsham BORANYAN (ARM) df. Aleksandar MAKSIMOVIC (SRB) 3-0
BRONZE: Balint KORPASI (HUN) df. Tomi Claudiu HINOVEANU (ROU) 9-0
BRONZE: Hasan ALIYEV (AZE) df. Yunus Saban OZEL (TUR), 8-1

Semifinal: Aleksandar MAKSIMOVIC (SRB) df. Yunus Saban OZEL (TUR), 2-1
Semifinal: Varsham BORANYAN (ARM) df. Balint KORPASI (HUN), 2-1

75 KG
GOLD: Zurabi DATUNASHVILI (GEO) df. Viktor NEMES (SRB) 2-2
BRONZE: Karapet CHALYAN (ARM) df. Elvin MURSALIYEV (AZE) 4-1
BRONZE: Laszlo SZABO (HUN) df. Neven ZUGAJ (CRO) 4-2

Semifinal: Zurabi DATUNASHVILI (GEO) df. Elvin MURSALIYEV (AZE), 3-1
Semifinal: Viktor NEMES (SRB) df. Neven ZUGAJ (CRO), 3-3

80 KG
GOLD: Pascal EISELE (GER) df.  Edgar BABAYAN 8-0
BRONZE: Daniel Tihomirov ALEKSANDROV (BUL) df. Rajbek Alvievich BISULTANOV (DEN) 9-0
BRONZE: Aslan ATEM (TUR) df. Ramazan ABACHARAEV (RUS) 2-1

Semifinal: Edgar BABAYAN (POL) df. Ramazan ABACHARAEV (RUS), 4-2
Semifinal: Pascal EISELE (GER) df. Daniel Tihomirov ALEKSANDROV (BUL) by TF, 8-0

85 KG
GOLD: Zhan BELENIUK (UKR) df. Roberti KOBLIASHVILI (GEO) 5-2
BRONZE: Tadeusz MICHALIK (POL) df. Evgeny SALEEV (RUS) 3-2
BRONZE: Denis Maksymilian KUDLA (GER) df. Laimutis ADOMAITIS (LTU) 5-2

Semifinal: Roberti KOBLIASHVILI (GEO) df. Evgeny SALEEV (RUS), 1-1
Semifinal: Zhan BELENIUK (UKR) df. Laimutis ADOMAITIS (LTU), 2-1

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: United World Wrestling

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top