Judo, Grand Prix Tbilisi 2016: Edwige Gwend ottiene il bronzo, Unterwurzacher al top

Judo-Edwige-Gwend.jpg

Si sono tenuti quest’oggi gli incontri della seconda giornata del Grand Prix di Tbilisi 2016, prova del circuito mondiale di judo che mette in palio punti pesanti per le qualificazioni olimpiche: 300 ai vincitori della medaglia d’oro in ciascuna categoria, 180 ai secondi classificati, 120 ai medagliati di bronzo. Questo sabato erano impegnate quattro categorie di peso: 73 kg ed 81 kg per gli uomini, 63 kf e 70 kg per le donne.

63 KG

Dopo la medaglia d’oro di Odette Giuffrida e quella d’argento di Fabio Basile, l’Italia è tornata sul podio grazie ad Edwige Gwend, terza classificata nella categoria 63 kg. Testa di serie numero tre del torneo, l’azzurra nata in Camerun ha beneficiato di un pass al primo turno, per poi battere grazie ad uno shido di differenza la francese Margaux Pinot, recentemente scesa dalla 70 kg. Gwend ha poi inflitto un waza-ari alla russa Marta Labazina, ma ai quarti di finale ha subito uno yuko ed un ippon dalla britannica Gemma Howell, venendo relegata al match per il terzo posto. Qui ha superato, ancora per mezzo delle penalità, la sudcoreana Bak Ji-Yun, ottenendo dunque l’accesso al podio.

In finale, Howell ha incontrato la favorita del torneo, l’austriaca Kathrin Unterwurzacher, che ha confermato il suo rulo di numero uno del tabellone imponendosi per ippon dopo che entrambe le atlete avevano messo a segno un waza-ari. Gwend ha invece condiviso il gradino più basso del podio con la francese Marielle Pruvost, capace di imporsi in poco più di un minuto sulla già citata Labazina, con un ippon che ha fatto seguito al waza-ari iniziale.

-63 kg
1. UNTERWURZACHER, Kathrin (AUT)
2. HOWELL, Gemma (GBR)
3. GWEND, Edwige (ITA)
3. PRUVOST, Marielle (FRA)
5. BAK, Jiyun (KOR)
5. LABAZINA, Marta (RUS)
7. SCHLESINGER, Alice (GBR)
7. VAN EMDEN, Anicka (NED)

70 KG

Numero uno del ranking mondiale, l’olandese Kim Polling si è imposta anche nel torneo georgiano, realizzando tre ippon sui quattro incontri disputati. Polling, venticinquenne tre volte campionessa europea, ha impiegato tre minuti per sconfiggere in finale la francese Fanny-Estelle Posvite, che pure era riuscita a mettere a segno uno yuko. Le due medaglie di bronzo sono andate al collo della marocchina Assmaa Niang, vincitrice per yuko sulla mongola Naranjargal Tsend-Ayush, e della greca Elisavet Teltsidou, che ha messo a segno un ippon in meno di un minuto ai danni della polacca Katarzyna Kłys.

-70 kg
1. POLLING, Kim (NED)
2. POSVITE, Fanny Estelle (FRA)
3. NIANG, Assmaa (MAR)
3. TELTSIDOU, Elisavet (GRE)
5. KLYS, Katarzyna (POL)
5. TSEND AYUSH, Naranjargal (MGL)
7. GERCSAK, Szabina (HUN)
7. VARGAS KOCH, Laura (GER)

73 KG

Il padrone di casa georgiano Nugzari Tatalashvili, classe 1990, ha regalato al pubblico locale la medaglia d’oro, andando a battere il mongolo Odbayar Ganbaatar per ippon e conquistando così il suo secondo successo a Tbilisi dopo quello del 2014, anno nel quale aveva conquistato anche il Grand Prix di Ulaanbaatar. Campione olimpico dei 66 kg, l’altro georgiano Lasha Shavdatuashvili si è classificato terzo al termine del match con il brasiliano Marcelo Contini, battuto per ippon, mentre il secondo bronzo è stato conquistato da Phridon Gigani, altro atleta di casa, vincitore per waza-ari sul greco Georgios Azoidis.

Per i colori italiani erano presenti due atleti, entrambi arrestatisi al secondo turno. Andrea Regis, dopo aver beneficiato di un bye, è stato eliminato con un ippon al golden score dal nordcoreano Hong Kuk-Hyon, mentre Enrico Parlati ha subito la medesima sorte contro lo svedese Tommy Macias, in soli trentaquattro secondi.

1. TATALASHVILI, Nugzari (GEO)
2. GANBAATAR, Odbayar (MGL)
3. GIGANI, Phridon (GEO)
3. SHAVDATUASHVILI, Lasha (GEO)
5. AZOIDIS, Georgios (GRE)
5. CONTINI, Marcelo (BRA)
7. HONG, Kuk Hyon (PRK)
7. MACIAS, Tommy (SWE)

81 KG

L’ultima medaglia d’oro di giornata è stata appannaggio del russo Alan Khubetsov, venticinquenne che aveva già trionfato a Tbilisi un anno fa. Già vincitore del Grand Slam di Baku nel 2014, Khubetsov si è offerto la terza medaglia d’oro in un Grand Prix con uno yuko ed un conclusivo ippon sul georgiano Levan Gugava. Negli incontri per le medaglie di bronzo, il mongolo Uuganbaatar Otgonbaatar ha approfittato di uno shido per battere il tedesco Alexander Wieczerzak, mentre il greco Roman Moustopoulos ha messo a segno un ippon ai danni dell’altro padrone di casa Zebeda Rekhiashvili.

Per i colori azzurri, il capitano Antonio Ciano ha battuto l’armeno Andranik Chaparyan grazie a due shido, prima di capitolare per una penalità al goldn score contro il bulgaro Ivaylo Ivanov, numero uno del tabellone e settimo classificato del torneo.

-81 kg
1. KHUBETSOV, Alan (RUS)
2. GUGAVA, Levan (GEO)
3. MOUSTOPOULOS, Roman (GRE)
3. OTGONBAATAR, Uuganbaatar (MGL)
5. REKHVIASHVILI, Zebeda (GEO)
5. WIECZERZAK, Alexander (GER)
7. IVANOV, Ivaylo (BUL)
7. KALKAMANULY, Aziz (KAZ)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top