Hockey su ghiaccio, Serie A: partono i playoff! Si rimescolano le carte verso lo scudetto

Canzanello-Valpellice-Val-Pusteria-2016-hockey-su-ghiaccio-foto-Renzo-Brico.jpg

Tempo di playoff. Si fa sul serio, crescono le barbe, le partite diventano tutte decisive e i portieri assumono un ruolo chiave. L’essenza dell’hockey su ghiaccio è tutta qui, in questo mese e mezzo che condurrà la Serie A allo scudetto attraverso tre turni a eliminazione diretta – serie best of seven – e con le carte rimescolate rispetto alla regular season. Perché la classifica finale stilata sabato sera ha emanato i suoi verdetti: Renon contro Cortina, Val Pusteria contro Gherdeina, Asiago contro Valpellice e Vipiteno contro Fassa, la sfida più equilibrata del lotto.

Le due altoatesine che hanno dominato la prima parte di stagione non dovrebbero incontrate grossi problemi verso il passaggio del turno. La corazzata dei Buam, contro gli ampezzani derelitti e incapaci di risollevarsi, può vincere in quattro gare come più volte accaduto in passato. Del resto non si raggiunge la quota dei 100 punti in 42 giornate di campionato a caso. Il Renon è attrezzato per conquistare nuovamente lo scudetto prima – chissà – di provare l’esperienza austriaca in Ebel. Discorso simile per il Val Pusteria, altra candidata a raggiungere il Bolzano oltre il Tirolo, che affronterà però una formazione più in salute rispetto al Cortina. Il Gherdeina può vantare punti facili in Luke Moffatt, 19 gol e 34 assist finora, ma il roster alla lunga è inferiore.

L’Asiago, compagine da playoff, s’è svegliata nel momento giusto. Ha aspettato molto, sacrificando la Coppa Italia (neanche in semifinale) per la più prestigiosa Continental Cup (quarto posto conclusivo), e ha scavalcato il Vipiteno al terzo posto proprio all’ultima giornata. Ora i campioni in carica se la vedranno con il Valpellice, in piena crisi societaria – molti giocatori del passato reclamano stipendi arretrati mai ricevuti – ma reduce dal successo in Coppa. I piemontesi hanno perso il capitano Trevor Johnson, vero, ma hanno le qualità e soprattutto l’esperienza per impensierire i veneti che comunque rimangono favoriti.

Come detto, Vipiteno-Fassa, quarta contro quinta, potrebbe regalare le principali emozioni di questo turno. I Broncos hanno capitalizzato al meglio un’ottima partenza navigando in terza piazza fino a sabato scorso, i Falcons hanno convinto di più rispetto agli ultimi anni ma non sono ancora riusciti a cambiare passo. Il progetto, comunque, è solo all’inizio. Sarà una serie tirata che potrebbe prolungarsi fino a gara-7: di fronte il miglior marcatore della stagione regolare, Adam Hughesman (26+39), contro il backup della nazionale italiana, Thomas Tragust, 90% esatto di parate finora.

Gara 1 – Martedì 1 marzo
20 Renon-Cortina
20.30 Val Pusteria-Gherdeina
20.30 Asiago-Valpellice
20.30 Vipiteno-Fassa

Altre gare della serie 
Gara 2 – Giovedì 3 marzo
Gara 3 – Sabato 5 marzo
Gara 4 – Martedì 8 marzo
Eventuale – Gara 5 – Giovedì 10 marzo
Eventuale – Gara 6 – Sabato 12 marzo
Eventuale – Gara 7 – Martedì 15 marzo

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto: Renzo Brico

Lascia un commento

Top