Giro di Catalogna 2016: rimonta vincente per De Gendt. Quintana stacca tutti i big ed è nuovo leader

Ciclismo-Nairo-Quintana-Twitter-Movistar-Team.png

La quarta frazione del Giro di Catalogna, la tappa regina, partita da Bagà e giunta in vetta a Port Ainè sorride a Thomas De Gendt, belga della Lotto Soudal, che conferma la sua fama di corridore da fughe, vincitore odierno, ma soprattutto a Nairo Quintana, che riesce a staccare tutti i suoi rivali e a conquistare la Maglia Bianca di leader della classifica generale, ipotecando il successo finale.

Dieci corridori sono andati in fuga sin dalle prime pedalate: Imanol Erviti (Movistar), Thomas De Gendt (Lotto Soudal), Pieter Weening (Roompot), Philippe Gilbert (BMC), Ruben Plaza (Orica GreenEDGE), Laurens Ten Dam (Giant-Alpecin), Kristijan Durasek (Lampre-Merida), Boris Dron (Wanty-Groupe Gobert), Ben Swift (Sky) e Alexey Tsatevich (Katusha). Cambi regolari nella prima metà di gara, mentre sulla penultima ascesa hanno preso il largo in tre: Erviti, De Gendt e Weening.

Il gruppo, guidato dalla Etixx Quick Step, squadra del leader della generale Daniel Martin, ha gestito la situazione, mantenendo un passo blando. Alcuni corridori hanno provato a muoversi lontani dal traguardo, ma l’unico a riuscirci è stato Wout Poels (Team Sky) che ha raggiunto il compagno di squadra Swift, utile spalla per il finale, venendo però poi raggiunto dal plotone a metà salita. Intanto, davanti, Erviti ha provato a staccare i compagni di fuga a 25 dall’arrivo, ma sull’approcciare dell’ultima ascesa è stato raggiunto e sorpassato da Weening, già protagonista nella tappa di ieri.

L’olandese della Roompot ha pedalato in solitaria fino a due chilometri dal traguardo dove, a causa di un netto calo di velocità, è stato ripreso e scavalcato da De Gendt che, in grande rimonta, si è avviato verso la vittoria. Alle sue spalle si è scatenata la battaglia in gruppo: hanno scatenato le danze i corridori della BMC Richie Porte e Tejay Van Garderen, ma a fare la differenza sono stati Nairo Quintana (Movistar) e Alberto Contador (Tinkoff). Il colombiano è riuscito a staccare lo spagnolo all’ultimo chilometro: Quintana è giunto secondo davanti a Porte e Contador, assieme all’arrivo. Ancora lontanissimi dalla migliore condizione Chris Froome e Fabio Aru, molto distanti dai big.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Twitter Movistar Team

Lascia un commento

Top