Ginnastica, Valentina Rodionenko: “La Russia e le ragazze non hanno problemi con meldonium e doping”

russia-baku-2015-ginnastica.jpg

La Russia è sempre più coinvolta nel caso meldonium, i casi di doping rilevati negli ultimi mesi sono stati molteplici e hanno colpito alcuni super big tra cui la tennista Sharapova, la nuotatrice Efimova, il pallavolista Markin.

Valentina Rodionenko, Direttrice Tecnica della Nazionale Russa di ginnastica artistica, ha dichiarato all’agenzia di stampa rsport.ru che le sue ginnate non hanno nulla da temere: “Non abbiamo problemi. Abbiamo letto che questo meldonium è uno dei farmaci proibiti e le mie ginnaste non sono coinvolte. Noi non assumiamo cose pericolose, i nostri medici ci controllano attentamente”.

Ricordiamo che il meldonium è considerato doping dal 1° gennaio 2016. Agli European Games di Baku, durante l’estate 2015, in sette campioni di urine di ginnasti/e erano state rilevate tracce di meldonium anche se all’epoca non era ancora una sostanza dopante. I nomi non sono comunque stati svelati.

La Russia è scesa in pedana per la prima volta nel 2016 solo lo scorso weekend a Stoccarda: Seda Tutkhalyan ha concluso al quarto posto la tappa di Coppa del Mondo; la squadra composta da Daria Spiridonova, Angelina Melnikova, Daria Dmitrieva, Evgenia Shelgunova, Natalia Kapitonova ha invece vinto il Team Challenge. Ancora ai box Aliya Mustafina e Viktoria Komova, Maria Kharenkova non ha partecipato alla Coppa del Mondo di Glasgow a causa un annunciato problema con il passaporto. Dal 5 al 9 aprile si disputeranno i Campionati Nazionali.

 

(foto della Nazionale Russa)

Lascia un commento

Top