Ginnastica, Coppa del Mondo – Oggi si riparte da Glasgow: l’Italia con Mariani, Skinner avanti a tutte

12499120_1677008095871274_1148057935_o.jpg

Oggi pomeriggio (dalle ore 15.00 per le donne, anticipate di un’ora dagli uomini, in diretta su OASport) si disputerà il Gran Prix di Glasgow, seconda tappa della Coppa del Mondo 2016 di ginnastica artistica.

Tutti in pedana all’Emirates Arena, quattro mesi dopo i Mondiali qualificanti dello scorso autunno, anche se si cambia il palazzetto. Preannunciato il tutto esaurito per una della gare più tradizionali e amate dell’intero circuito, crocevia importante per l’assegnazione dell’inedito Trofeo per Nazioni.

Gli USA vogliono già ipotecare la Coppa dopo il successo di Gabby Douglas all’American Cup e MyKayla Skinner ha tutte le carte in regola per trionfare vista anche l’assenza dell’ultimo minuto di Maria Kharenkova che toglie un’avversaria importante per il titolo. I pericoli più concreti arrivano dunque dalla beniamina di casa Claudia Fragapane e dalla nipponica Asuka Teramoto, entrambe eccellenti polivalenti ed eccellenti in una specialità (soprattutto al britannica al corpo libero).

Skinner attesissima con le sue super difficoltà tra quadrato e volteggio, l’Italia farà il tifo per Enus Mariani alla caccia di una prestazione di lusso in un contesto importante, chiamata su tutti gli attrezzi e pronta per un debutto di fuoco in Coppa del Mondo. L’azzurra sarà alla terza gara stagionale, determinata a esaltarsi soprattutto sulle parallele attrezzo su cui sarà tenuta d’occhio anche la stella Elisabeth Seitz.

 

Articoli correlati:

Coppa del Mondo – Programma, orari, tv e diretta su OA del Grand Prix di Glasgow: Mariani e Skinner all’attacco

Coppa del Mondo – Tutte le partecipanti per la tappa di Glasgow: l’Italia tifa Enus Mariani

Coppa del Mondo – Spettacolo a Glasgow: tutte le ginnaste ai raggi X. Da Skinner a Mariani

Coppa del Mondo – Chi vincerà a Glasgow? Skinner favorita, Kharenkova all’assalto, occhio a Fragapane

Coppa del Mondo – Enus Mariani all’assalto di Glasgow, sull’onda Mondiale

Lascia un commento

Top