FOTO e VIDEO – Snowboardcross: la festa per Michela Moioli ad Alzano Lombardo

DSC_0090.jpg

ALZANO LOMBARDO (BG) – Sono quasi le nove di sera di lunedì 21 marzo quando la Coppa del Mondo arriva finalmente a casa. Dieci ore di auto, da Baqueira Beret (Spagna) ad Alzano Lombardo, provincia di Bergamo, perché Michela Moioli non ama prendere l’aereo. E così le trasferte “vicine” le fa su quattro ruote, con il direttore sportivo della Nazionale Cesare Pisoni alla guida.

La 20enne azzurra, che compirà 21 anni il prossimo 17 luglio, ha vinto domenica la sfera di cristallo di snowboardcross. Non dorme da due giorni, è timida e lo si nota quando sale sul palco improvvisato nel centro del paese e riceve l’abbraccio di oltre 300 persone, nonna compresa. Sì, Alzano Lombardo si ferma: è la sera di Michela Moioli e la banda suona all’impazzata. Fumogeni, Inno di Mameli e selfie: la festa perfetta per un’atleta umile, silenziosa e vincente.

Michela Moioli “Official Page” è appena arrivata ad Alzano Lombardo! La Coppa del Mondo è a casa! 󾟛󾟛󾟛󾟘󾟘

Pubblicato da OA Sport su Lunedì 21 marzo 2016

Non mi sarei mai aspettata così tanta gente – commenta emozionata con il fidanzato Michele al suo fianco -. Sono distrutta, ma questa Coppa la sognavo da sempre. Ripaga tutti i sacrifici fatti in questi anni“. Poche parole, poi Michela Moioli è assalita dalla folla. Risuona anche qualche campanaccio: del resto la location e l’occasione lo permettono. Dice il padre Giancarlo: “Ho letto un messaggio molto bello: le Coppe si vincono in allenamento e si ritirano in gara. Gli sforzi vengono sempre ripagati, anche con un po’ di fortuna come successo domenica“. Già, perché l’errore in semifinale sembrava poter spalancare la strada del trionfo alla ceca Eva Samkova, classe 1993, oro a Sochi 2014. “Pensavo fosse tutto finito – continua Michela Moioli -, prima della big final ero nervosissima“. Poi la rimonta che non si è concretizzata e la gioia, incontenibile.

Nel giardino di casa sua, dopo una splendida processione, l’ultimo atto di una serata unica. La foto di gruppo con lo Scalveboarder Team, il suo club sempre presente alle gare, e la benedizione del curato del paese. Le ultime foto e poi, finalmente, il meritato riposo della campionessa. Forse.

FOTOGALLERY:

Francesco Caligaris e Gianluca Santo

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it
gianluca.santo@oasport.it

Twitter: @FCaligaris
Twitter: @Santo_Gianluca

Tutte le foto di: Gianluca Santo/OA Sport

Lascia un commento

Top