Doping: sei lottatori georgiani positivi al meldonium

Lotta-Artur-Taymazov-Davit-Modzmanashvili.jpg

Il meldonium continua a mietere vittime: la sostanza vietata dal 1° gennaio 2016, e largamente utilizzata nell’Europa Orientale ed in Medio Oriente – ma non solo -, ha provocato infatti la sospensione di sei lottatori georgiani, come comunicato dalla federazione della repubblica caucasica. Tra gli atleti risultati positivi figura anche Davit Modzmanashvili, già medagliati di bronzo europeo e mondiale, ma soprattutto finalista a Londra 2012 nella categoria 120 kg della lotta libera. Il ventinovenne ha in effetti ammesso l’uso della sostanza, e potrebbe andare incontro ad una squalifica a vita, visto che già in passato era stato sospeso per doping.

Non si conoscono, invece, i nomi degli altri cinque lottatori implicati, che hanno proclamato la loro innocenza chiedendo le controanalisi. Secondo la federazione georgiana, si tratterebbe di atleti che erano in corsa per la qualificazione olimpica, dunque presumibilmente rappresentanti della prima squadra nazionale.

Secondo il British Journal of Sports Medicine, almeno 490 atleti avrebbero fatto uso del meldonium durante i Giochi Europei di Baku 2015, e tra questi figurerebbero almeno tredici medagliati. Ricordiamo che fino al 31 dicembre 2015 l’assunzione della sostanza era totalmente legale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top