Ciclismo su pista, Mondiali 2016: tutti i favoriti e gli outsider per le medaglie in palio a Londra


Dal due al sei marzo si svolgeranno a Londra i Campionati del mondo di ciclismo su pista. Andiamo a vedere gara per gara chi sono i faviriti e gli outsider per la conquista del titolo mondiale.

SPRINT

Uomini
In Coppa del mondo è arrivato il successo per il polacco Damian Zielinski, senza però che abbia vinto una delle tre prove. La disciplina si apre a diverse soluzioni e colpi di scena. Fari puntati, tra gli altri, ai coloro che hanno colto un successo in Coppa del mondo: l’australiano Matthew Glaetzer e Patrick Constable oltre il russo Denis Dmitriev, argento lo scorso anno dietro il francese Gregory Bauge, in netta difficoltà durante la CdM.

Donne

Tanta incertezza anche in campo femminile. Nel 2015 si impose la tedesca Kristina Vogel, anche quest’anno tra le favorite ma la concorrenza è numerosa a partire dalla cinese Guo Shuang per proseguire con l’austrliana Stephanie Morton e l’atleta di Hong Kong Wai Sze Lee. Tianshi Zong ha vinto una gara in Coppa del mondo e anche lei è molto pericolosa al pari della cinese Lin Junhong.

KEIRIN

Uomini 

Due vittorie in Coppa per il Joachim Eilers, favorito numero uno per quanto fatto vedere in stagione. Nell’altra occasione disponibile ha vinto a sorpresa l’olandese Matthijs Buchli ma difficile vederlo sugli stessi livelli. Attenzione al campione uscente François Pervis così come lo statunitense Matthew Baranoski. Per l’Italia Francesco Ceci che può ambire ad un piazzamento tra i migliori 10.

Donne

Guo Shuang e Wai Sze Lee, nonostante si disimpegnino molto bene anche nella velocità, possono fare molto bene anche in questa specialità e al termine della Coppa del mondo sono le atlete con più punti all’attivo. Sembrano più lontane le altre ma Krupeckaite, Basova e Heijin Lee possono fare molto bene per la costanza evidenziata in questa stagione.

OMNIUM 

Uomini

Una disciplina complessa da leggere per le assenze di tanti protagonisti, impegnati anche su strada, nelle gare di avvicinamento. Mark Cavendish, Fernando Gaviria e Elia Viviani cambiano le carte in tavola in una disciplina dove tra i grandi favoriti troviamo Lasse Norman Hansen e Viktor Manakov, Thomas Boudat e Glenn O’Shea. Gara lunga, impegnativa e con tanti fattori che possono influenzare il risultato finale. In ogni caso, Viviani partirà per conquistare una medaglia.

Donne

Anche in questo caso, gara dalle mille insidie e sfumature. La grande favorita è la britannica laura Trott, con due vittorie su due gare in stagione ma l’olandese Kristen Wild è un’avversaria molto insidiosa come la bielorussa Tatsiana Sharakova. Tutte le altre sembrano avere qualcosa in meno. Simona Frapporti, per l’Italia, si batterà per un piazzamento. Attenzione alla canadese Allison Beveridge.

CLICCA PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Foto: Fabio Pizzuto

Lascia un commento

Top