Ciclismo, Gand-Wevelgem 2016, il percorso: arrivano i tanto attesi muri

paolini-fiandre-svelo.eu_.jpg

Domenica 27 marzo è tempo di Gent-Wevelgem. La storica corsa belga, giunta alla sua 78esima edizione, porrà difronte al gruppo ben 241,3 km. I corridori avranno inoltre 9 impegnativi muri pronti ad accoglierli, animando una delle gare di un giorno più dure, anche a causa delle condizioni meteo solitamente avverse, dell’intero circuito internazionale.

La kermesse prenderà il via da Deinze, città delle Fiandre Orientali che conta quasi 30 mila abitanti. Primi 100 km per lo più pianeggianti, che fanno solamente da antipasto alla vera battaglia, che si scatenerà una volta costeggiato ed attraversato il confine francese. La prima portata si chiama Katsberg, salita di 500 metri al 9 % di pendenza media, poi tutte d’un fiato Mont Kokereel, Vert Mont e Mont Noir, che potranno già scremare buona parte del plotone e favorire alcune importanti azioni.

Dopo 160 km i corridori torneranno in territorio belga, pronti ad affrontare Baneberg e Kemmelberg. La prima è una salita brevissima, di appena 300 metri, ma con micidiali punte al 20 %. La seconda, di 1,4 km, si farà sentire nelle gambe degli atleti a causa della sezione in pavè al 17 %. Appena 4 km più tardi altri 1000 metri al 7 % lungo l’ascesa del Monteberg. Breve passaggio in Vallonia, poi, a circa 40 km dall’arrivo, nuovamente Baneberg e Kemmelberg, prima degli ultimi 35 km piatti, che ci diranno chi avrà conservato più energie in seguito ai temutissimi muri.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

ciro.salvini@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top