Calcio – Serie A, 29esima giornata: la Juventus anticipa con il Sassuolo. Buffon per il record di Rossi

calcio-gigi-buffon-juventus-fb-gianluigi-buffon.jpg

Come la Roma settimana scorsa, anche per la Juventus la vigilia del ritorno degli ottavi di finale di Champions League coincide con l’anticipo al venerdì del turno di campionato. I giallorossi vinsero 4-1 con la Fiorentina prima di perdere – non senza lottare – 2-0 a Madrid, i bianconeri sfideranno allo Stadium il Sassuolo oggi alle 20.45 per poi volare verso Monaco dove, mercoledì, all’Allianz Arena contro il Bayern di Pep Guardiola si ripartirà dall’incredibile 2-2 dell’andata. Con celate ambizioni d’impresa.

V N P
16 1 0

Il bottino della Juventus nelle ultime 17 giornate di campionato è impressionante. E Buffon non prende gol dal 10 gennaio

Gli emiliani, ammazza-grandi come già più volte capitato in passato, sono appunto reduci dal 2-0 sul Milan che ha riaperto la crisi intorno alla squadra di Sinisa Mihajlovic. Dal Sassuolo al Sassuolo: per la Juventus, comunque vada, si chiuderà un ciclo già parzialmente archiviato con il sorpasso in vetta alla classifica ai danni del Napoli. Il 28 ottobre 2015, a Reggio Emilia, una punizione di Nicola Sansone inchiodava i bianconeri al quarto ko in dieci giornate di campionato (con tre successi e altrettanti pareggi). Il quinto scudetto di fila sembrava già svanito, prima di una serie record di vittorie che, dal derby della domenica successiva fino a oggi, 11 marzo 2016, ha risparmiato solo il Bologna al Dall’Ara (0-0). Un girone dopo la squadra di Massimiliano Allegri è prima con tre punti di vantaggio sui partenopei, sogna il miracolo in Champions e il 21 maggio contenderà al Milan la Coppa Italia.

Inoltre, c’è Gianluigi Buffon che ha messo nel mirino il primato d’imbattibilità che dal 1993/94 appartiene all’ex rossonero Sebastiano Rossi. 929 minuti in Serie A senza prendere gol per il vulcanico romagnolo, 836 per il toscano capitano della Vecchia Signora che, se non dovesse raccogliere palloni nella sua porta per 93′ (praticamente l’intera durata della sfida, includendo il recupero), entrerebbe di diritto nella leggenda del calcio italiano. Con pieno merito, per altro, superando anche Dino Zoff al momento secondo a quota 903. Sul finire della carriera, ecco l’ennesima consacrazione per il numero uno della nazionale, tra i migliori interpreti mondiali del ruolo nell’ultimo ventennio.

Un Pellegatti d’annata racconta la storia del record di Sebastiano Rossi

Ma la Juventus – che dovrà essere brava a non pensare prematuramente al Bayern Monaco, perché Domenico Berardi non è Arjen Robben ma può fare male allo stesso modo – avrà soltanto il compito di aprire la 29esima giornata di Serie A, all’interno della quale non mancheranno altri spunti. A partire, sabato alle 18, da un Empoli-Sampdoria che può ipotecare la salvezza dei liguri in casa dei toscani che non vincono dalla fine del girone d’andata, passando per Inter-Bologna delle 20.45 e su Chievo-Milan di domenica alle 12.30. Strana la vita sulle sponde del Naviglio: quest’anno Roberto Mancini e Sinisa Mihajlovic ne hanno passate di ogni, spesso e volentieri scambiandosi i momenti di forma. Quando i nerazzurri comandavano la classifica, i rossoneri faticavano. Tra gennaio e febbraio, complice anche il 3-0 nel derby di ritorno, la situazione si è invertita tanto da prevedere un sorpasso in classifica. Settimana scorsa tutto è tornato come in avvio di stagione, ma la sensazione è che il testa a testa continuerà fino all’ultimo. Più brillanti rispetto al passato, le due formazioni meneghine sono ancora incomplete e spesso e volentieri i problemi maggiori sorgono in casa. I moduli dello jesino da una parte, l’assenza di attaccanti di livello dall’altra.

Alle 15 spazio alle sfide salvezza. Carpi-Frosinone la principale, con i ciociari che sognano davvero la permanenza nella massima serie inseguendo a un punto di distacco il Palermo che ha cambiato l’ennesimo allenatore (ora c’è Walter Novellino) e a quattro Udinese e Atalanta. I friulani giocheranno in contemporanea ai ciociari, in casa contro la Roma che cerca l’ottava sinfonia consecutiva per blindare il terzo posto, mentre siciliani e bergamaschi se la vedranno rispettivamente contro Napoli (al Barbera) e Lazio (all’Olimpico) alle 20.45. La squadra di Roberto Stellone, trascinata dai gol di Daniel Ciofani, può rosicchiare altri punti. In campo nel pomeriggio anche Genoa-Torino e Fiorentina-Verona: un ex gemellaggio da una parte, interrotto qualche stagione fa durante uno scontro salvezza finito male per i granata, e uno che invece ancora persiste.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Gianluigi Buffon

Lascia un commento

Top