Calcio, qualificazioni Euro 2017 under 21: Cerri decisivo in Andorra, l’Italia va nonostante le parate di Silverio

Alberto.Cerri_..calcio..foto_.fb_.000.cerri_.jpg

Che fatica. La trasferta dell’Italia under 21 in Andorra si rivela più difficile del previsto perché Silverio, il portiere dei padroni di casa, mura gli azzurrini in almeno una decina di occasioni. Alla fine la gara è sbloccata da Alberto Cerri, subentrato a Lorenzo Rosseti, che all’80’ approfitta nell’unica indecisione del numero uno rivale e insacca in situazione di mischia su corner. La squadra di Luigi Di Biagio conquista così altri tre punti d’oro verso gli Europei di categoria del 2017.

Come giovedì in Irlanda, la formazione dell’ex centrocampista di Roma e Inter approccia male l’incontro. Andorra è giovane, inesperta e tecnicamente povera, ma corre e mette pressione all’Italia. Al 10′ Mattia Caldara rischia grosso in area di rigore: il suo fallo di mano è fortunatamente giudicato involontario. Tuttavia la differenza tra le due rose è evidente e gli azzurrini crescono alla distanza: Rolando Mandragora colpisce alto di testa al 23′ e Rosseti scalda i guanti di Silverio due minuti dopo con una botta centrale dal limite.

Il forcing dell’Italia si fa sempre più insistente nella ripresa, ma la palla sembra non entrare. Silverio mura in maniera impressionante Marco Benassi, Mandragora, Berardi (due volte) e Gaetano Monachello e, quando non ci arrivano i miracoli del portiere di Andorra, è il palo a dire di no a un’incornata di Rosseti. Al 72′ Di Biagio si gioca la carta Cerri e la mossa è vincente: l’attaccante del Cagliari sblocca di rapina la contesa con il primo gol in under 21 e poco dopo serve un grande pallone a Luca Garritano, bloccato da un’uscita provvidenziale del solito Silverio. Dopo cinque minuti di recupero, comunque, l’Italia fa festa: Gianluigi Donnarumma non compie una parata e, pur sbagliando molto, arriva una vittoria meritata. Gli applausi, però, sono tutti per Silverio.

Quando si pensa che le gare siano più facili del previsto e quando non si entra in campo in un certo modo è così – il commento a caldo ai microfoni di RaiSport del ct -. Dobbiamo crescere affinché non accada più. Siamo stati fortunati a trovare il gol perché poteva essere tardi. Una prestazione da rivedere dal punto di vista dell’approccio, ma sono contento per il gol di Cerri, aveva bisogno di trovare fiducia“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Alberto Cerri

Lascia un commento

Top