Calcio: Germania-Italia 4-1, le pagelle degli azzurri

El-Shaarawy-italia-calcio-foto-pagina-fb-ufficiale-el-sharawy.jpg

L’Italia viene travolta dalla Germania per 4-1. Bocciata la coppia di centrocampo e Bernardeschi. Serata negativa anche per tutta la difesa. El Shaarawy ed Okaka portano vivacità dalla panchina, ma è troppo tardi per impensierire i Campioni del Mondo. Le pagelle:

Buffon 5: quattro gol sul groppone e anche un’uscita troppo irruenta su Rudy che porta al calcio di rigore di Ozil. Anche per il numero uno azzurro una brutta partita.

Darmian 5: colpevole insieme a Florenzi in occasione del secondo gol, facendosi trovare fuori posizione in occasione della marcatura di Gotze. Un errore che pesa e macchia in maniera irreparabile la sua prestazione

Bonucci 4.5: serata da dimenticare per il centrale azzurro. Ha il compito di guidare la difesa e tutto il reparto cola a picco. Rinvia male sul primo gol e scivola malamente in occasione della terza rete. Si fa anche male ed esce in barella. Dal 61′ Ranocchia 6: entra al posto di Bonucci con la Germania che tira il freno a mano e non deve compiere grandi interventi. Sfiora anche il gol.

Acerbi 5,5: non è il primo colpevole nelle quattro reti tedesche, dove gli errori sono di altri compagni, ma finisce anche lui nel disastro azzurro di Monaco.

Florenzi 5: sbaglia completamente la diagonale e si perde Gotze che appoggia il 2-0 alle spalle di Buffon. Anche in fase offensiva si vede pochissimo. Prestazione deludente per il folletto della Roma. Dal 61′ De Silvestri 6: più propositivo rispetto a Florenzi, ma ha anche il vantaggio che la Germania ha staccato ormai la spina ed è meno incisiva.

Montolivo 5: la difesa azzurra balla anche a causa del poco filtro fatto dai due centrocampisti italiani. Si limita al compitino e si divora anche il gol che avrebbe riaperto la partita. Bocciato completamente l’abbinamento con Motta.

Motta 4.5: lento e prevedibile. Doveva essere il perno del centrocampo azzurro e quello chiamato a fare gioco ed invece non gli riesce davvero nulla. Passo indietro importante rispetto alla buona prestazione con la Spagna. Dal 68′ Parolo 5.5: neanche lui riesce a dare il cambio di ritmo in mezzo al campo.

Giaccherini 5: poco appariscente sulla sinistra dove soffre la fisicità di Rudiger e la corsa di Rudy. Si fa vedere raramente e non crea mai superiorità numerica. Dal 69′ El Shaarawy 6.5: il migliore senza dubbio dell’Italia. Sfrutta al meglio i minuti che Conte gli concede, trovando il gol e rendendosi pericoloso in altre occasioni.

Bernardeschi 4.5: uno degli uomini più attesi della serata ed è anche uno di quelli che ha deluso maggiormente. In attacco sbaglia tutto e non riesce mai a saltare l’uomo. Protagonista in negativo anche sul quarto gol, sbagliando lo stop e lasciando il pallone a Rudy poi steso da Buffon.

Zaza 5: lotta, fa “a botte” con la difesa tedesca, ma crea anche tanta confusione e non crea nessun pericolo alla porta di Ter Stegen. Si fa notare solo per un sinistro potente alto di poco. Dal 78′ Antonelli s.v: troppo poco per giudicarlo

Insigne 5.5: sicuramente volenteroso e il più intraprendente del tridente titolare. Tanto movimento e qualche buon dribbling, ma manca di concretezza nel momento di calciare verso la porta. Dal 68′ Okaka 6: entra con voglia e spirito di sacrificio. Dialogo bene con El Shaarawy e si fa notare anche per un diagonale poi bloccato da Ter Stegen.

All. Conte 5: la peggior Italia da quando siede sulla panchina azzurra. Notevole passo indietro rispetto alla prestazione con la Spagna. La differenza tra noi e i Campioni del Mondo è tanta ed è difficile colmarla prima dell’inizio degli Europei

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

andrea.ziglio@oasport.it

Lascia un commento

Top