Calcio a 5, spareggi Mondiali 2016: Italia in Ungheria per riscattare gli Europei

Roberto-Menichelli-calcio-a-5-foto-twitter-uefa-futsal.jpg

La sconfitta con il Kazakistan brucia ancora. L’Italia di calcio a 5, ex campionessa europea in carica, è uscita ai quarti di finale dell’ultima manifestazione continentale per mano della rivelazione del torneo, guidata dal portiere di movimento fisso Higuita e poi medaglia di bronzo alle spalle di Spagna e Russia. Adesso per la squadra di Roberto Menichelli c’è l’occasione per il riscatto: gli spareggi di qualificazione ai Mondiali in Colombia (10 settembre-1 ottobre) contro l’Ungheria.

L’andata è prevista domani alle 18 a Miskolc, il ritorno si giocherà il 13 aprile a Prato. Solo una, ovviamente, avanzerà alla rassegna iridata. E l’Italia è favorita, per il valore tecnico della rosa e per i precedenti (13 successi su 17 incontri), ma nel confronto a eliminazione diretta nulla andrà lasciato al caso. Il ct azzurro lo sa ed è per questo che la lista dei definitivi 14 convocati arriverà solo questo pomeriggio, in extremis con le normative Uefa, al fine di compiere le migliori scelte possibili in virtù anche di qualche infortunio di troppo. Marco Ercolessi, uno dei leader del gruppo, ha già lasciato il ritiro proprio per questo motivo.

Che squadra affronterà l’Italia? L’Ungheria in Serbia ha perso alla fase a gironi contro la corazzata Spagna e contro l’Ucraina, poi eliminata dai padroni di casa con un gol sulla sirena nei quarti di finale. Formazione grezza ma coraggiosa, quella magiara punterà sicuramente sulla vena realizzativa di Zoltan Droth, potente pivot che ha siglato quattro gol agli Europei ed è stato recentemente comprato dai kazaki del Kairat Almaty, vincitori di due delle ultime tre edizioni della UEFA Futsal Cup. Un pezzo da novanta, insomma, ma il collettivo azzurro resta indubbiamente superiore.

Gabriel Lima e compagni sono pronti all’assalto del pass mondiale. Perdere significherebbe finire il ciclo con molta amarezza. In Colombia, invece, ci potrebbe essere la possibilità per riscattare la prematura eliminazione subita contro il Kazakistan, ritrovando – chissà – proprio Higuita per andare a caccia della vendetta. Con il bronzo del 2012 da difendere. Avanti, Italia: l’Ungheria non deve far paura.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Twitter Uefa Futsal

Lascia un commento

Top