Biathlon, Mondiali 2016: la Norvegia vuole l’oro anche nella staffetta maschile, Fourcade permettendo

Johannes-Boe-Biathlon-Romeo-Deganello.jpg

Dopo la prova femminile, toccherà agli uomini scendere in pista alle 15.30 di sabato 12 marzo nella terza prova a squadre per il Mondiale 2016 di biathlon, con la staffetta maschile 4×7.5 nel contesto di Oslo Holmenkollen (Norvegia).

Molte le potenziali nazioni che si renderanno protagoniste per la caccia alle medaglie: la Norvegia, al comando finora della classifica della staffetta maschile, proverà a battere le superpotenze Germania e Francia, ma rientrano pienamente nella lotta per il podio anche Russia e Austria.

I padroni di casa saranno sicuramente galvanizzati dal successo ottenuto dalle compagne in campo femminile e cercheranno a loro volta il successo, con il quartetto che fu argento nell’edizione di Kontiolahti: Ole Einar Bjoerdalen al lancio, Tarjei Boe, Johannes Boe e Emil Hegle Svendsen cercheranno di non deludere le migliaia di tifosi giunti per assistere alla loro prova proveranno a lottare e a regalare una medaglia ai propri tifosi.

La Germania ha deciso di puntare comunque su un quartetto solido per difendere il titolo iridato conquistato lo scorso anno con Erik Lesser, Benedikt Doll, Arnd Peiffer e Simon Schempp a chiudere.

Rientra tra le nazioni favorite anche la Francia, che finora ha inanellato nella competizione ben 5 medaglie d’oro e i transalpini non vogliono certo fermarsi: in pista gareggerà il quartetto che fu terzo ad Hochfilzen con Simon Fourcade, Simon Desthiaux, Quentin Fillon Maillet e il fenomenale Martin Fourcade

Punta molto su questa competizione la Russia, che non ha ancora conquistato medaglie in questa competizione: verranno schierati Maxim Tsvetkov. Evgeniy Garanitchev, Anton Babikov e Anton Shipulin, estromettendo quindi Alexey Volkov.

Da tenere d’occhio come outsider anche l’Austria, che può contare su Sven Grosseger, Simon Eder, Julian Eberhard e Dominik Landertinger, con i due atleti di punta che hanno conquistato la medaglia nella 20 km

Per i colori azzurri scenderà in pista il quartetto che ha gareggiato a Presque Isle con Christian De Lorenzi al lancio, Lukas Hofer, Thomas Bormolini e Dominik Windisch. L’Italia non parte tra le nazioni più attrezzate per questa competizione, ma qualora venissero ridotte le ricariche utilizzate, gli azzurri possono ambire ad un piazzamento nelle prime 5-6 posizioni.

Tra le sorprese possono emergere anche USA, Canada e Ucraina, senza sottovalutare il quartetto svedese e quello svizzero.

Foto: Romeo Deganello

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top