Biathlon, Mondiali 2016: ARGENTO WIERER! Storica medaglia per Dorothea alle spalle di Dahlmeier nell’inseguimento

Dorothea-Wierer-2-Biathlon-Romeo-Deganello.jpg

È arrivata la prima medaglia per l’Italia ai Campionati del mondo di biathlon di Oslo-Holmenkollen, tempio dello sci nordico. Dorothea Wierer ha conquistato un argento sofferto nell’inseguimento dopo il quinto posto della sprint.

Forse non al top della forma, la 25enne di Rasun Anterselva ha tirato fuori le unghie e si è difesa nel migliore dei modi alle spalle di una Laura Dahlmeier imprendibile per quanto riguardava la corsa all’oro. L’azzurra ha gestito bene i poligoni limitando a due gli errori nonostante un vento fastidioso che ha influenzato negativamente le prove delle atlete al tiro. Arrivata all’ultimo poligono appaiata con Marie Dorin-Haber e Tiril Eckhoff (rispettivamente seconda e prima nella sprint), una serie veloce e precisa, abbinata agli errori delle avversarie, ha proiettato Dorothea nella storia del biathlon italiano che mai si era spinto così in alto in una gara individuale ai Campionati del mondo. Per Wierer si tratta della prima medaglia individuale in un Campionato del mondo, l’ennesima dolce prima volta di una stagione per lei indimenticabile. 

Superlativa, sull’arco di tutta la gara ad inseguimento, la prova di Laura Dahlmeier. In forma sugli sci stretti, ha colpito tutti i bersagli arrivando con margine di sicurezza all’ultimo poligono, gestito con la calma necessaria per conquistare il primo titolo iridato della carriera. Marie Dorin-Habert è salita sul terzo gradino del podio, portando a casa la terza medaglia di questa rassegna iridata scavalcando la tedesca Franziska Hildebrand nell’ultimo giro dopo che la teutonica era riuscita a recuperare sulle contendenti al podio con un’ultimo poligono competitivo.

Quinta l’ucraina Olena Pidrushna, precisa al poligono e autrice di una buna rimonta, davanti a Franiska Preuß, nessun errore per lei, e Kaisa Mäkäräinen (quattro bersagli mancati). A completare la top 10 Vitkova, Dzhima e Dunklee mentre Gabriela Soukalova, leader di Coppa del mondo, è uscita per la prima volta dalle migliori 10 in stagione concludendo la prova in undicesima piazza con tanti errori al poligono (2+2+0+1) considerando le percentuali dell’ultimo periodo.

Tredicesima posizione per una grandissima Lisa Vittozzi, che nonostante due errori commessi è riuscita a migliorare ulteriormente 20esimo posto della sprint confermando di aver trovato un’ottima condizione e un passo sugli sci competitivo anche a questi livelli. In zona punti anche Karin Oberhofer, 31esima mentre Federica Sanfilippo ha commesso sette errori dovendosi accontentare della 50esima piazza.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Romeo Deganello

Lascia un commento

Top