Biathlon, Dorothea Wierer: “Contenta per la Coppa, ma volevo una medaglia”

DSC_0542-min.jpg

Contenta a metà. Dorothea Wierer da un lato sorride per aver conquistato la prima Coppa del Mondo di specialità della sua carriera nell’individuale; dall’altro non nasconde il rammarico per la medaglia persa.

Puntavo alla medaglia visto che ero la favorita e avevo vinto le ultime due gare, per cui c’è un pizzico di delusione anche se sono soddisfatta di avere vinto la Coppa. Con due errori non vado da nessuna parte perchè le avversarie non regalano niente. Nella prima serie a terra mi è scappato il terzo colpo e non sono riuscita a controllarlo come volevo, ma in generale non era il mio ritmo al poligono. Ho fatto fatica, sparato lentamente, non sono soddisfatta. Sugli sci mi sono sentita un po’ meglio, anche se ho un’infiammazione ai tibiali che sto curando con i massaggi. Bisogna avere un po’ di pazienza e aspettare che passi, adesso ci aspetta la staffetta, puntiamo in alto ma dobbiamo sparare bene. Poi nella mass start ho possibilità di fare bene, ma so altrettanto bene che la concorrenza è qualificata“, le parole dell’altoatesina alla Fisi.

Pienamente soddisfatta, invece, Alexia Runggaldier, decima e mai così in alto in un Mondiale: “Sono contentissima della mia prestazione, si trattava della mia prima occasione in questo Mondiale e non me la sono lasciata scappare. Non mi sono messa pressione, è stata una giornata divertente“. Chissà se la performance odierna non possa valere all’azzurra anche un posto nella staffetta di venerdì. Si profila un ballottaggio con Federica Sanfilippo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top