Atletica. Mondiali indoor, seconda giornata: Powell vola in batteria, Eaton già in fuga

Asafa-Powell-Portland-2016.jpg

Batterie dei 60m


La seconda giornata di gare mondiali all’Oregon Center di Portland ha visto i favoriti brillare già nelle qualificazioni, in particolare protagonista è Asafa Powell che stampa un impressionante 6”44 nella sua batteria dei 60m, miglior prestazione mondiale stagionale.

Il giamaicano dimostra di voler fare subito sul serio e nel pomeriggio (notte italiana) cercherà di non farsi travolgere dalla tensione, come in passato è avvenuto più volte, per issarsi sul gradino più alto del podio, dove a sfidarlo vi sarà il trio USA accomunato curiosamente dallo stesso tempo di 6”57, con Trayvon Bromell apparso molto brillante. Attenzione però all’”eterno” Kim Collins e al cinese che non ti aspetti, Zhenye Xe che arriva a 6”55.

Negli altri turni preliminari non ci sono stati grossi scossoni, molto autoritaria è apparsa Sifan Hassan nei 1500m; probabilmente l’olandese vedrà nelle tre ex connazionali etiopi le principali avversarie, guidate da Gudaf Tsegay.

Nessun problema per i favoriti nei 3000m, con le due batterie vinte dall’etiope Yomif Kejelcha e dal keniano Augustin Kiprono Choge; rimanendo nel mezzofondo, gli 800m dimostrano il ritorno in condizione dell’ex campione del mondo Mohamed Aman, che già al primo turno si è scontrato con Abduhraman Balla, il qatariano che l’ha battuto in volata, il duello si ripresenterà in finale.

Non così è successo al costaricano Nery Brenes, comunque ripescato nei 400m, ma lontano dalla miglior forma, mentre lasciano la competizione due big come il bahamense Michael Mathieu e soprattutto l’USA Vernon Norwood, squalificati. Miglior tempo per un altro atleta battente bandiera del Qatar Abdalelah Haroun in 46”01.

Nella corrispettiva gara femminile Oluwakemi Adekoya del Bahrein fa registrare il miglior crono con 52”27, mentre va registrato l’ottimo 52”27 di Kawange Mupopo dello Zambia, record nazionale.

La grande e attesa star di questa mattinata, senza azzurri al via, è stata senz’altro Ashton Eaton; il beniamino di casa dopo due gare dell’heptathlon ha già quasi duecento punti di vantaggio sul più immediato inseguitore con un probante 8,08 nel lungo. Per lui un parziale di 2032 punti, in linea con il tentativo di attacco al record del mondo.

La moglie Brianne Theisen, che gareggia per il Canada, tiene alto l’onore della famiglia ed è terza dopo 3/5 del pentathlon, a quota 2935, nella classifica guidata dall’ucraina Anastasia Mokhrinyuk con 3007; il pentathlon si chiuderà già oggi stesso.

Nella notte, oltre al pentathlon e ai 60m uomini, finali di 60hs donne, peso uomini, lungo donne; domani il debutto degli azzurri, con Gloria Hooper prima a scendere in pista nelle batterie dei 60 femminili.

QUI TUTTI I RISULTATI

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Foto: Twitter IAAF

Lascia un commento

Top