Atletica, Mondiali indoor: alla giovanissima Vashti Cunningham l’oro dell’alto, Alessia Trost è settima

Alessia-Trost-Atletica-Profilo-FB-Trost.jpg

Non arriva il bis nel salto in alto per la nazionale italiana, Alessia Trost si ferma al 7° posto nella gara femminile con 1,93. La medaglia d’oro va al collo della statunitense Vashti Cunningham che grazie all’1,96 alla prima prova porta a casa il titolo iridato a meno di 18 anni! Cunningham non soffre la pressione e in un panorama, al momento, non eccelso, promette di far sentire il suo nome per lungo tempo. Alle sue spalle per l’argento, invece, la più anziana in gara, la spagnola Ruth Beitia, davanti a Kamila Licwinko, polacca, entrambe con la stessa misura della vincitrice, ma con più errori.

Alessia parte bene con 1,84 e 1,89 alla prima prova, mentre a 1,93 è costretta al secondo tentativo, comunque un bel salto pulito, in una pedana che si conferma molto veloce, quindi di non facile interpretazione. Purtroppo a 1,96 si arenano i sogni della friulana, con un terzo salto vicino alla riuscita, per lei settimo posto finale e un pizzico di delusione per non aver centrato lo stagionale e per un podio a misure non impossibili, anche a causa delle progressioni insensate ideate dalla IAAF.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.pessoni@oasport.it

Lascia un commento

Top