Atletica, Mondiali indoor 2016: successi europei con Maslák (400 m) e Hassan (1500 m)

Atletica-Pavel-Maslak-FB.jpg

Specialista dei 400 metri al coperto, il ceco Pavel Maslák ha conservato il suo titolo iridato sulla distanza ai Campionati Mondiali indoor di atletica leggera 2016. Il venticinquenne, che ha vinto anche le ultime due edizioni degli Europei su pista corta, ha seguito come un’ombra il favorito della gara, quel Bralon Taplin (Grenada) che sembrava avere la medaglia d’oro già al collo. Il caraibico, però, è crollato proprio nell’ultimo mezzo giro, vittima del suo stesso ritmo, e Maslák ne ha approfittato vincendo in 45″44. Taplin, stremato, ha perso addirittura il podio, chiudendo quarto in 46″46, superato anche da Abdalelah Haroun (Qatar, 45″50) e da Deon Lendore (Trinidad & Tobago, 46″17). Completano la classifica il keniota Boniface Ontuga Mweresa (46″86) e l’altro atleta di Trinidad, Lalonde Gordon (47″62).

L’Europa, seppur con un’atleta di origine africana, ha primeggiato anche nella prova dei 1.500 metri femminili, dove si è infatti imposta l’olandese Sifan Hassan. La mezzofondista di origine etiope ha lasciato sfogare nella prima parte della gara l’australiana Melissa Duncan, poi ripresa negli ultimi due giri. La campionessa europea della distanza sia al coperto che all’aperto ha dunque chiuso in 4’04″96, battendo le sue ex connazionali Dawit Seyaum (4’05″30), Gudaf Tsegay (4’05″71) e Axumawit Embaye (4’09″37), classificatesi nell’ordine dalla seconda alla quarta posizione. Quinta la statunitense Brenda Martinez (4’09″57), mentre la coraggiosa Duncan avrebbe poi chiuso sesta in 4’09″69.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Pavel Maslák (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top