Atletica, doping: squalifica definitiva per la Russia? Ciclone anche sull’Etiopia

Antidoping.jpg

La rete televisiva tedesca ARD continua a fare il bello e il cattivo tempo in materia di doping: nella giornata di domenica, infatti, è stato diffuso un nuovo documentario sull’atletica russa, che invita chiaramente la IAAF e la WADA a non fare sconti ed a prolungare la sospensione del Paese dalle competizioni internazionali almeno fino a Rio 2016. Secondo i giornalisti tedeschi, in Russia alcuni allenatori squalificati continuerebbero a svolgere il proprio ruolo, con numerosi tecnici che sarebbero al centro di una rete criminale che traffica prodotti dopanti. Inoltre, sempre secondo il documentario ARD, uno dei massimi esponenti della Rusada (l’agenzia nazionale antidoping russa, attualmente sotto sospensione) avrebbe più volte avvertito gli atleti sulle date dei controlli, che in teoria dovrebbero avvenire “a sorpresa”.  Secondo Joseph de Pencier, il presidente dell’Associazione Internazionale delle Organizzazioni Antidoping, “gli atleti russi non dovrebbero essere autorizzati a partecipare ai giochi Olimpici di Rio 2016“.

Intanto, dopo i due documentari sulla Russia e quello sul Kenya, ancora ARD ha realizzato una nuova inchiesta, questa volta sull’Etiopia: la diffusione del filmato arriva poco dopo la squalifica del maratoneta Endeshaw Negesse, già vincitore a Tokyo, e quella della mezzofondista svedese di origine etiope Abeba Aregawi. Secondo la stessa federazione etiope, altri nove atleti sarebbero sotto investigazione, di cui cinque di livello internazionale.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top