Atletica, doping: meldonium anche in Bulgaria, positiva Gabriela Petrova

Atletica-Gabriela-Petrova.jpg

La Bulgaria è stata colpita in queste ore dal primo caso di positività al meldonium, la sostanza che fino ad ora ha inchiodato soprattutto atleti russi, resa illegale dall’Agenzia Mondiale Antidoping (WADA) a partite dal 1° gennaio 2016. A risultare non negativa è stata la ventitreenne Gabriela Petrova, vicecampionessa europea indoor di salto triplo e campionessa mondiale Under 23 della disciplina nel 2013. Nel 2015, invece, Petrova si era classificata quarta ai Mondiali di Pechino, facendo registrare il suo personal best con una misura di 14.66 metri.

Secondo lo staff dell’atleta, la giovane bulgara avrebbe effettivamente assunto il meldonium, ma entro il mese di ottobre 2015, quando il suo utilizzo era ancora pienamente consentito. Recentemente eletta sportiva bulgara dell’anno nel 2015, Petrova non è stata al momento squalificata, in attesa del risultato delle controanalisi e della verifica sulla data di assunzione della sostanza. Sempre secondo l’entourage dell’atleta, la sua partecipazione ai Giochi Olimpici di Rio 2016 non sarebbe a rischio, ma per saperlo dovremo attendere i verdetti della giustizia sportiva.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top