Atletica, doping: confermata la sospensione della Russia, altri Paesi sotto osservazione

Russia-doping-marcia.jpg

Il Consiglio della Federazione Internazionale di Atletica (IAAF) ha comunicato in queste ore la decisione di confermare la sospensione della Russia da tutte le manifestazioni internazionali, a causa dei numerosi casi doping che hanno colpito il Paese, tanto da far emergere un sistema di doping istituzionalizzato. Il provvedimento è stato preso in base al dossier presentato da Rune Andersen, capo dell’unità speciale per la Russia, che ha evidenziato come i problemi siano ancora distanti da una soluzione, nonostante alcuni progressi. Al momento, dunque, la Russia non potrebbe partecipare alle prove di atletica leggera in occasione dei prossimi Giochi Olimpici di Rio 2016, ma una valutazione definitiva verrà effettuata poco prima della rassegna a cinque cerchi. La WADA (Agenzia Mondiale Antidoping) ha già espresso il proprio parere negativo in merito.

Intanto, la IAAF ha puntato il dito contro diversi altri Paesi. Il Marocco e l’Etiopia sono stati invitati a rivedere il proprio programma antidoping al più presto possibile, aumentando il numero dei controlli sia durante che fuori dalle competizioni. Il Kenya, già sotto osservazione, ha ricevuto una deroga per conformarsi alle regole WADA, richiesta che è stata fatta anche nei confronti di Ucraina e Bielorussia.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Tag

Lascia un commento

Top