Volley, SuperLega – Trento si prende la rivincita: Djuric mette Modena ko, primo posto con Civitanova

Trento-Coppa-Italia-volley-Pier-Colombo.jpg

Che rivincita di Trento! I Campioni d’Italia, dopo essere stati bastonati nella Finale della Coppa Italia solo quattro giorni fa, sconfiggono Modena davanti al pubblico del PalaPanini nel posticipo della 17esima giornata di SuperLega.

Trento trionfa per 3-2 (20-25; 25-22; 25-17; 19-25; 15-9) al termine di una battaglia spettacolare e intensa, l’esatto contrario dell’incontro giocato domenica al Forum stravinto dagli emiliani in tre agevoli set. Questa volta gli uomini di Stoytchev trovano le contromosse giuste e si confermano l’unica squadra capace di sconfiggere i canarini nell’arco dell’intera stagione (anche all’andata si imposero per 3-2): ora il conto è di 2-2 (Modena ha vinto SuperCoppa e Coppa Italia, Trento le due sfide di SuperLega).

Modena si conferma al comando della classifica ma è stata agganciata da Civitanova: le due formazioni sono appaiate al primo posta con 44 punti a testa, stesso numero di vittorie (15) ma gli uomini di Lorenzetti hanno un quoziente set migliore (2.88 contro 2.72, cioè un parziale perso in meno).

Il primo posto della regular season si deciderà verosimilmente nello scontro diretto in programma il 24 febbraio, visto che Trento è attardato di sei lunghezze dalle capoliste.

 

Trento ha dominato a muro (12 a 3), trascinata da un indemoniato Mitar Djuric autore di 28 punti con il 61% in attacco, 3 aces e 2 muri! Un opposto con i controfiocchi che ha vinto un duello di livello mostruoso con l’eccellente Luca Vettori che ha replicato l’ottima prestazione dello scorso weekend: 23 punti, 57% in fase offensiva, 2 aces e un repertorio di colpi davvero vasto.

A fare la differenza sono stati anche i 5 muri di Giannelli che ha diretto al meglio i suoi uomini in un testa a testa con il magico Bruninho. Ngapeth meno stupefacente del solito (15 punti ma determinante nei momenti caldi), Lucas autore di 13 punti, Modena paga la sostanziale assenza di una seconda banda (Nikic fermo a 7 marcature) a differenza di Trento che ha trovato la precisione di Urnaut, Piano ha stretto nuovamente i denti e si è presentato al centro mentre Stoytchev ha scelto di non schierare capitan Lanza e di giocare con Antonov.

I giocatori di Modena sono scesi in campo con i capelli biondi, tinti dopo la festa per la Coppa Italia ma il nuovo look non ha portato fortuna. Partita giocata a ritmi altissimi e molto intensi, in cui Modena non si è mai sentita appagata e dove Trento ha sempre creduto nel colpaccio.

 

Nel primo set è stato Ngapeth a ruggire (8 punti nel parziale) e Modena vola avanti con facilità. Trento registra gli errori nel secondo, spinge di più al servizio; Vettori picchia duro, tiene i suoi nel parziale prima della chiusura di Djuric. Trento tiene sempre il pallino del gioco, aumenta la propria fluidità di gioco e vola sul 2-1.

Nel quarto set è una serie di battute di Ngapeth a cambiare il corso della frazione e così Modena conquista il tie-break che significa primo posto in classifica, almeno per un altro turno. Nel set decisivo, però, Trento ha più energia e dall’8-7 piazzerà un rush finale decisivo.

 

Lascia un commento

Top