Volley, SuperLega – Civitanova allunga su Modena: +4 e primo posto in tasca! Trento ok, Verona scavalca Perugia

Juantorena-Volley-2-Pier-Colombo.jpg

Civitanova è vicinissima alla conquista del primo posto finale in SuperLega. La regular season del massimo campionato italiano maschile sembra essere arrivata a una svolta definitiva al termine della 20esima giornata, quando mancano solo due turni al termine della stagione regolare.

La Lube ha surclassato Molfetta per 3-0 e ora ha quattro punti di vantaggio su Modena, vincitrice a Perugia solo al tie-break. Ai cucinieri, in sostanza, basterà espugnare il campo di Monza domenica prossima per assicurarsi, con una giornata d’anticipo, la testa di serie numero 1 nei playoff scudetto.

 

Civitanova ha infilato la nona vittoria consecutiva in campionato, demolendo le certezze di Molfetta che tre giorni fa aveva sconfitto Perugia. La Lube si conferma in grande forma dopo aver vinto lo scontro diretto con Modena: il ko in Coppa Italia sembra aver fatto molto bene ai marchigiani. I pugliesi, invece, si ritrovano inghiottiti nella lotta playoff e la conquista del sesto posto finale non è più così vicina.

Blengini presenta una sorprendente novità in campo: al centro schiera il 19enne Marco Vitelli, al debutto da titolare in SuperLega. Il giovane si comporterà in maniera egregia (10 punti, 2 muri) accanto a Podrascanin, coppia che sostituisce i collaudati Cester (out per febbre)/Stankovic. Top scorer il solito Osmany Juantorena (14 punti) accanto al positivo Cebulj (12), capitan Miljkovic (10) in diagonale con Christenson. Attenzione: si è rivisto Jiri Kovar in panchina dopo una stagione complicatissima, Parodi è subentrato per alcuni scambi.

La Lube ha pigiato forte sull’acceleratore per l’arco dell’intera partita, annichilendo Molfetta grazie a un attacco preciso ed estremamente efficace. Proprio la fase offensiva, invece, è stato un problema continuo per i pugliesi su cui è pesata la giornata no della stella Hernandez (8) e la tutt’altro che esaltante performance dell’ex Randazzo, ritornato titolare dopo le ultime sfide in cui gli era stato preferito Fedrizzi.

 

Modena è sempre più in difficoltà. Dopo aver perso lo scontro diretto contro Civitanova tre giorni fa ci si attendeva una pronta reazione dei canarini che però sembrano avere delle difficoltà dopo aver trionfato in Coppa Italia ed espugnano il PalaEvangelisti di Perugia solo al tie-break. I ko contro Trento e contro l’Halkbank Ankara erano stati un campanello d’allarme, il punto perso oggi dopo essere stati avanti 1-0 e 2-1 ha sostanzialmente mandato all’aria le poche velleità rimaste di agguantare il primo posto in SuperLega. I quattro punti di distacco da Civitanova sembrano essere incolmabili in due giornate mentre bisognerà guardarsi dal rientro di Trento, ora attardata di sole due lunghezze.

Earvin Ngapeth, andato a processo due giorni fa per la presunta aggressione a un controllore ferroviario, si è ripresentato come se nulla fosse: 28 punti, 5 aces, 2 muri. Lo schiacciatore francese si conferma trascinatore insieme a Lucas (18 punti, 3 muri) nella serata no di Luca Vettori (10) che sta faticando parecchio nelle ultime uscite, al pari di Nikic (7 punti, la mancanza di Petric si fa sentire).

Perugia recupera al meglio Russell (18), Atanasijevic segna 21 punti ma la squadra di Kovac incappa nella seconda sconfitta consecutiva al tie-break. Un ko che fa male ai Block Devils, scivolati al quinto posto dopo la vittoria di Verona contro Ravenna.

 

Trento si è fatta sorprendere da Milano nel primo set, perdendo clamorosamente ai vantaggi, poi si è scatenata e ha letteralmente demolito i meneghini negli altri tre parziali. Coach Stoytchev, nel corso dell’incontro, ha spedito in campo ben tredici uomini lasciando a riposo solo l’infortunato capitan Lanza, out per i noti problemi al ginocchio. Ora Modena è distante due punti, i dolomitici sognano il sorpasso in extremis.

I Campioni d’Italia sono partiti con Bratoev in cabina di regia e Djuric in diagonale, ma purtroppo l’opposto è dovuto uscire quasi subito per il riacutizzarsi del dolore al costato. Entra in gioco la giovane diagonale composta da Simone Giannelli e Gabriele Nelli (13 punti, premiato come mvp), top scorer Urnaut (17 punti) che sta alzando notevolmente il proprio livello di gioco nelle ultime giornate in diagonale con Antonov. Al centro Solè e Van De Voorde hanno confezionato 4 muri a testa. È stato proprio il fondamentale sottorete a trascinare Trento verso il successo: 19 stampatone per surclassare le poche velleità di Milano. Ai meneghini non sono bastate le buone prestazioni di Milushev (19) e Baranek (15).

 

Verona ha scavalcato Perugia al quarto posto grazie al bel successo su Ravenna. Gli scaligeri si sono imposti grazie al ritrovato Kovacevic (23 punti col 70% in attacco), al buon lavoro dei centrali Anzani (4 muri) e Zingel, molto bene Starovic (17 punti, 3 muri). Gli uomini di Giani, con la formazione al completo, riescono a fare la differenza e ottengono la seconda sconfitta consecutiva: ai playoff sfideranno sicuramente Perugia nei quarti di finale, ora bisognerà decidere chi avrà il favore del campo. A Ravenna non sono bastati i 20 punti di Torres e i 19 di Van Garderen, romagnoli che vedono complicarsi la missione playoff.

Padova ha sconfitto Monza nel fondamentale scontro diretto in ottica playoff. Netta affermazione per i veneti che si confermano una delle squadre più in forma del campionato e che ora sono davvero a un passo dal post-season dopo 12 anni di assenza. Trascinatore indiscusso un super Giannotti da 17 punti (4 aces) ben coadiuvato da Cook e Volpato (10 punti a testa). Ai brianzoli non sono bastate le 13 marcature di Raic.

Ora Padova è settima, a un punto di distanza da Molfetta e con tre lunghezze di vantaggio su Monza, in attesa del posticipo tra Latina e Piacenza: i laziali hanno un bisogno disperato dei tre punti per rimanere in corsa playoff e riportarsi a meno uno da Padova.

 

Di seguito tutti i risultati dettagliati della 20esima giornata di SuperLega e la nuova classifica generale:

Sir Safety Conad Perugia vs DHL Modena           2-3 (24-26; 25-18; 19-25; 25-20; 13-15)

Tonazzo Padova vs Gi Group Monza            3-0 (25-23; 25-21; 25-13)

Calzedonia Verona vs CMC Romagna              3-1 (25-20; 25-20; 22-25; 26-24)

Diatec Trentino vs Revivre Milano             3-1 (25-27; 25-15; 25-16; 25-15)

Cucine Lube Banca Marche Civitanova vs Exprivia Molfetta            3-0 (25-17; 25-19; 25-22)

LPR Piacenza vs Ninfa Latina          giovedì 25 febbraio, ore 20.30

 

# SQUADRE PUNTI PARTITE GIOCATE PARTITE VINTE
1. Civitanova 53 20 18
2. Modena 49 20 17
3. Trento 47 20 17
4. Verona 38 20 12
5. Perugia 37 20 12
6. Molfetta 26 20 9
7. Padova 25 20 8
8. Monza 22 20 7
9. Latina 21 19 7
10. Ravenna 21 20 7
11. Milano 11 20 3
12. Piacenza 7 19 2

 

Lascia un commento

Top