Volley, SuperLega – 15esima giornata: le pagelle. Priddy risolutore, Vettori al top, esagerato Torres, che muri

William-Priddy.jpg

Nel weekend si è disputata la 15esima giornata della SuperLega, il massimo campionato italiano di volley maschile (clicca qui per cronaca, risultati e classifica). Di seguito le consuete pagelle per scoprire i migliori e i peggiori del turno.

 

LUCA VETTORI: 9. L’opposto di Modena sta attraversando un momento di forma spaventoso e sta disputando una delle migliori stagioni della carriera. Anche in una delle partite sulla carta più semplice, il Vetto riesce a mettersi in luce in due momenti molto importanti del match vinto contro Monza: sul 21-21 del secondo set piazza il vincente che indirizza il parziale, poi mura Raic regalando il successo finale. Chiuderà con 15 punti e il 52% in attacco, i canarini rafforzano il primo posto in classifica e allungano su Civitanova.

FERNANDO HERNANDEZ: 9. Il solito show dell’opposto cubano che esalta il PalaPoli di Molfetta, rinnovato con le nuove tribune e pronto per festeggiare la vittoria dell’Exprivia su Milano: una prestazione mostruosa, scandita da 23 punti col il 76% in attacco e 4 aces. I ragazzi di Montagnani iniziano a blindare il sesto posto in classifica.

 

WILLIAM PRIDDY ed ENRICO CESTER: 8,5. Essere Campioni Olimpici non può essere un caso. Da due anni Priddy non vestiva la casacca di un club ma alla prima occasione utile è determinante per evitare a Civitanova una sconfitta clamorosa. Padova conduce sorprendentemente per 1-0 e 20-18, i cucinieri stanno soffrendo e allora Blengini spedisce nella mischia lo statunitense: sarà lui a invertire la rotta nel secondo set e poi sarà ben presente anche nei successivi parziali (9 punti, 57% in attacco e 65% in ricezione).

SIMONE GIANNELLI, SEBASTIAN SOLÈ e SIMON VAN DE VOORDE: 8. Il palleggiatore gestisce a meraviglia il fronte d’attacco (spicca il solito Djuric on 12 punti), è molto preciso e si diletta anche in soluzioni personali. I due centrali si confermano un’autentica diga, bloccano le velleità nulle di Piacenza e con 5 stampatone a testa regalano una netta vittoria a Trento, utile per blindare il terzo posto e accorciare le distanze da Civitanova.

ARMANDO TORRES: 8. Top scorer assoluto della 15esima giornata di SuperLega: 33 punti (4 muri e 46% in attacco). La sua Ravenna vola sul 2-0 sul campo di Perugia poi subisce il rimonte fatale e finisce per perdere contro la quarta della classe.

 

PIACENZA: 4. Trento passeggia al PalaBanca: una netta sconfitta per 3-0 maturata in soli 62 minuti. I biancorossi non si svegliano mai dal torpore, si fanno rullare dai Campioni d’Italia, non dimostrano un minimo passo avanti sotto il profilo del gioco. Situazione difficilissima per la banda Giuliani, ora in arrivo anche il taglio degli stipendi?

VERONA: 5. Terza sconfitta consecutiva al tie-break e arriva anche il silenzio stampa. Starovic ko per i soliti problemi alla schiena, Latina superiore per lunghi tratti dell’incontro, non sono bastati Sander e Kovacevic. Giani deve suonare la sveglia all’interno della squadra che è sempre incollata a Perugia ma sta sciupando occasioni importanti in ottica quarto posto.

 

Lascia un commento

Top