Volley, Italiani all’Estero – Zaytsev staffetta e sconfitto. De Giorgi perde la Coppa, Travica in tribuna, Capodanno Savani

IvanZaytsevofItalyserves.jpg

Nuovo weekend di volley giocato in giro per il Mondo. Vediamo come si sono comportati gli italiani all’estero.

 

RUSSIA (maschile) – Clamorosa sconfitta per la Dinamo Mosca di Ivan Zaytsev. Lo Zar si rende protagonista di una staffetta con Kruglov (l’opposto della nostra Nazionale chiuderà con 10 punti) ma la squadra della capitale si arrenderà clamorosamente al tie-break sul campo dell’Orenburg, autentica ammazza grandi dopo aver già sconfitto il Belogorie Belgorod. La Dinamo Mosca vede così scappare la capolista Zenit Kazan, ora distante ben sei punti dopo il facile 3-0 rifilato al Nova Novokuybishevsk.

 

POLONIA (maschile) – Fefé De Giorgi deve mangiarsi le mani. Il suo ZAKZA Kedzierzyn-Kozle, capolista in campionato, ha perso la finale della Coppa di Polonia contro il PGE Skra Belchatow. A Wroclaw Buszek, Toniutti e compagni sono avanti 2-1 e hanno 3 match point del quarto set: Lisinac li annulla su Deroo, poi Conte e Marechal ne annullano altri due nel tie-break e così il ZAKSA capitola.

Il Lotos Trefl Gdansk di coach Anastasi e con Falaschi in cabina di regia difendeva il titolo conquistato lo scorso anno ma è stato sconfitto per 3-0 in semifinale dalla squadra di De Giorgi.

 

TURCHIA (maschile) – L’Halkbank Ankara di coach Lorenzo Bernardi, che spedisce Dragan Travica in tribuna, qualche scambio) asfalta il Besiktas per 3-0 festeggiando il grande ritorno in campo di Sokolov dopo nove mesi di assenza. Il club della capitale si conferma al comando della classifica con sei punti di vantaggio sull’Arkas Spor Izmir.

CINA (maschile) – Si è festeggiato il Capodanno cinese. Cin cin anche per Giulio Sabbi e Cristian Savani che il 16 febbraio torneranno in campo per iniziare a disputare la Finale Scudetto al meglio delle 5 partite: il loro Shanghai Campione in carica sfiderà il favorito Pechino.

FRANCIA (maschile) – Lo Chaumont del Professor Prandi espugna Nantes (3-1) e conserva il secondo posto, a tre punti di distanza dalla capolista Sète. Saitta gioca, Massari no e il Parigi espugna Montpellier con un secco 3-0 utile per salire fino al quarto posto in classifica, a otto punti dalla capolista Sète ma con un incontro da recuperare. Il Beauvais di coach Medei sconfigge Poitiers per 3-1, rimanendo sempre al terz’ultimo posto in classifica e al momento sarebbe retrocesso (la salvezza è lontana cinque punti).

 

TURCHIA (femminile) – Scontro al vertice tra la capolista Fenerbahce e il VakifBank secondo della classe, classico derby di Istanbul e tra le panchine italiane. La spuntano le giallonere di coach Abbondanza che sconfiggono il team di Guidetti al tie-break, proprio come nel match d’andata.

Le Campionesse in carica, trascinate da Kim (23 punti, perso il duello con Sloetjes da 31) e con una spenta Lucia Bosetti in campo (9 punti, 30% in attacco e 6 errori in ricezione), allungano in vetta alla classifica: ora sono tre i punti di vantaggio sul VakifBank.

Il Galatasaray sconfigge il Sariyer Bld. per 3-1 grazie anche ai 12 punti di Nadia Centoni e si conferma al terzo posto in classifica, distaccato di sette lunghezze dalla vetta. L’Eczacibasi di coach Caprara stende il Nilufer Bld. Bursa per 3-1, rafforzando la quarta piazza a -3 dal Galatasaray.

 

RUSSIA (femminile) – Turno di riposo per la Dinamo Kazan di Antonella Del Core, sempre al secondo posto ma ora distante cinque punti dalla capolista Dinamo Mosca (vittoria per 3-1 sul campo dello Yenisey Krasnoyarsk) che ha giocato una partita in più.

POLONIA (femminile) – Il Chemik Police di Cuccarini rifila un secco 3-0 al Legionowo e rimane saldamente al comando della classifica con sette punti di vantaggio sul Sopot di Micelli (3-2 al Gornicza). Successo anche per l’Impel Wroclaw di Carolina Costagrande, autrice di 13 punti nella vittoria per 3-0 sul Muszyna.

FRANCIA (femminile) – Coach Marchesi lascia il ruolo di primo allenatore del Le Cannet, subentra Filippo Schiavo. Il cambio in panchina non dà però i risultati sperati e, nonostante gli 11 punti di Zambelli, il Le Cannet perde 3-1 contro la capolista Beziers scivolando al quart’ultimo posto.

Clamoroso tonfo del Paris St.Cloud di Fiesoli (11 punti) e Guaschino (0): ko casalingo per 3-1 contro il Venelles di Caracuta, scivolano al terzo posto in classifica e ora il Beziers è lontano quattro punti. Sconfitto anche il St-Raphael di coach Bregoli, Menghi (8 punti) e Gomiero (4): il Nantes rifila un secco 3-1 e scivolano così al sesto posto in classifica.

 

L’Almeria di coach Molducci prosegue la sua corsa irrefrenabile: 3-0 al Cajasol Juvasa, infila la 16esima vittoria consecutiva, primo posto con quattro punti di vantaggio sul CAI Teruel.

Il Berlin Recycling Volley di coach Serniotti e De Marchi perde per 3-1 lo scontro diretto contro il VfB Friedrichshafen. Il club della capitale si conferma al primo posto in classifica ma ora ha solo tre punti di vantaggio sull’immediata inseguitrice.

 

Lascia un commento

Top