Volley, Italiani all’Estero – Super Zaytsev ma perde, Fefé allunga, Centoni scatenata, riposa Bosetti

IvanZaytsevofItalyspikes.jpg

Nuovo weekend di volley giocato in giro per tutto il Mondo. Vediamo come si sono comportati gli italiani all’estero nell’ultimo fine settimana.

 

RUSSIA (maschile) – Ivan Zaytsev disputa un’eccellente partita (24 punti, 47% in attacco, 5 muri) ma la sua Dinamo Mosca perde ancora una volta, sempre al tie-break e contro una squadra di seconda fascia. Lo Yugra Samotlor Nizhnevartovsk infligge la seconda sconfitta consecutiva alla squadra della capitale che rimane sempre al secondo posto ma ora la capolista Zenit Kazan (facile successo per 3-0 sull’Ural Ufa) è lontana otto punti. Ormai lo scudetto è un miraggio (ricordiamo che non si disputano i playoff).

 

POLONIA (maschile) – Dopo la sconfitta nella Finale della Coppa Nazionale, il ZAKSA Kedzierzyn-Kozle di Fefé De Giorgi si rialza immediatamente, infligge un secco 3-0 al modesto Effector Kielce e si conferma al comando della classifica aumentando il vantaggio sulla seconda classificata.

Ora sono infatti 10 i punti di vantaggio sul PGE Belchatow che è stato sconfitto dal Gdansk di Anastasi: un netto 3-0 per la squadra del Nano e di Falaschi che rafforza il quarto posto e si porta a solo due lunghezze da Belchatow e Resovia, con una partita da recuperare. Ricordiamo che le prime due in classifica disputeranno la Finale Scudetto, ormai il ZAKSA è quasi certo di giocarsi il titolo.

 

TURCHIA (maschile) – L’Halkbank di coach Lorenzo Bernardi ha rifilato un secco 3-0 all’Istanbul Bld, sfruttando le ottime prestazioni di Kooy e Sokolov mentre Dragan Travica è rimasto in tribuna. La squadra di Mister Secolo si conferma capolista con sei punti di vantaggio sull’Arkas Spor Izmir (3-1 al Besiktas).

CINA (maschile) – Tutto pronto per la Finale Scudetto. Martedì 16 febbraio, dopo i festeggiamenti per il Capodanno Cinese, si giocherà gara1 della serie al meglio delle cinque partite. Sfida attesissima tra il favorito Pechino e lo Shanghai di Cristian Savani e Giulio Sabbi che difende il titolo.

 

FRANCIA (maschile) – Il Parigi di Saitta (3 punti) e Massari (non entrato) perde per 3-1 sul campo della capolista Sète, rimanendo al quarto posto in classifica.

Lo Chaumont del Professor Prandi è al terzo posto in classifica, distaccato di sei punti dal Sète perché giocherà la sfida con il Lione solo il prossimo 23 marzo. Il Beauvais di coach Medei perde 3-2 a Tolosa, rimanendo al terz’ultimo posto che significherebbe retrocessione.

 

TURCHIA (femminile) – Turno interlocutorio per le quattro big che schierano le seconde linee e vincono agevolmente. Sempre al comando il Fenerbahce di Abbondanza (3-0 al Trabzon, Lucia Bosetti non entra) che conserva tre punti di vantaggio sul VakifBank di coach Guidetti (3-0 al Bursa, il CT dell’Olanda ha schierato la stella Sheilla dopo due mesi di inspiegabile panchina). Scatenatissima Nadia Centoni che segna 20 punti nel 3-1 sul campo dell’Ilbank Ankara, utile per confermare il Galatasaray al terzo posto con tre punti di vantaggio sull’Eczacibasi di coach Caprara (3-0 al Canakkale).

 

RUSSIA (femminile) – Ancora out Antonella Del Core, la sua Dinamo Kazan perde per 3-0 lo scontro diretto contro la Dinamo Mosca che scappa via in classifica: ora la squadra della schiacciatrice azzurra è attardata di otto punti dalla capolista, gap ormai incolmabile. Le Campionesse in carica cercheranno il riscatto durante i playoff.

POLONIA (femminile) – Il Chemik Police di Cuccarini sconfigge il Budowlani Lodz per 3-0 e si conferma al comando della classifica con sette punti di vantaggio sul PGE Atom Trefl Sopot di coach Micelli che ha superato agevolmente il Legionowo (3-0). Carolina Costagrande fatica (5 punti) ma il suo Impel Wroclaw espugna Bydgoszcz per 3-0 e si conferma al terzo posto in classifica, distaccato di quattro lunghezze dal Sopot.

FRANCIA (femminile) – Il Cannes di Letizia Camera sconfigge per 3-0 il Paris St-Cloud di Fiesoli e Guaschino (entrambe non entrate). Le Campionesse in carica salgono così al terzo posto, a tre punti di distanza dalla capolista Beziers ma con una partita da recuperare mentre le parigine scivolano in quarta piazza a cinque punti dalla vetta.

Torna al successo il Le Cannet di coach Marchesi grazie alla super prestazione di Zambelli (18 punti nel 3-2 rifilato al Florange), mentre il St. Raphael di mister Bregoli, Gomiero (4) e Menghi (5) perde per 3-0 sul campo del Vandoeuvre: sono rispettivamente quint’ultima e quart’ultima.

 

Nessuno riesce a fermare l’Almeria di coach Molducci che infila la 17esima vittoria consecutiva nel campionato spagnolo maschile (3-0 sul campo dell’Electrocash) e si conferma al primo posto in classifica con quattro punti di vantaggio sul CAI Teruel.

In Germania il Berlin Recycling di coach Serniotti e De Marchi (non entrato) torna al successo sconfiggendo il Netzhoppers KW-Bestensee per 3-0. Il club della capitale si conferma al comando della classifica con tre punti di vantaggio sul VfB Friedrichshafen.

Il Paykan Tehran di Valerio Vermiglio soffre nella gara1 dei quarti di finale dei playoff del campionato iraniano, vincendo solo al tie-break contro il Matin Salehin. Il regista italiano era stato colpito da una monetina nell’ultima giornata di regular season.

 

Lascia un commento

Top