Tuffi, Coppa del Mondo: sorriso Cagnotto-Dallapè! Next stop Rio 2016

Russia-Cagnotto-Dallapè-Germania-tuffi-foto-da-deepbluemedia-da-comunicato-len.jpg

Andiamo a Rio [Beppe]”. C’è anche chi rievoca Caressa e Bergomi versione Germania 2006 per festeggiare la qualificazione olimpica di Tania Cagnotto e Francesca Dallapè nel sincro 3 metri con il quarto posto della Coppa del Mondo. Ma la precisazione è d’obbligo: “Torniamo a Rio“. Perché il cerchio aperto in questo pazzo febbraio brasiliano, in cui di giorno il sole spacca le pietre e alla sera si alzano bufere tropicali, si chiuderà ad agosto con i Giochi. E il duo magico azzurro ci sarà.

Cosa dire della finale che ha sancito il pass? Soddisfazione? Sì certo, per il risultato raggiunto. Ma la sensazione è che si possa fare (molto) meglio. Sia chiaro: non vogliamo passare per bacchettoni infelici anche quando non ci sono problemi. Nient’affatto, anzi, la gioia è enorme. Perché la tensione era palpabile e, dopo una grande eliminatoria, il triplo e mezzo avanti carpiato ha semplicemente aumentato il pathos conclusivo – che alla fine è il bello dei tuffi, no? – lasciando però le azzurre giù da un podio che sembrava alla portata. Ha vinto come al solito la Cina, davanti a Canada e Australia, in un perfetto replay di Kazan.

Cosa aspettarci dunque dal prossimo step? Tania Cagnotto e Francesca Dallapè hanno dimostrato di poter lottare per il podio. Adesso si conoscono tutte le rivali: l’imprendibile Cina, il talentuoso Canada (che potrebbe inserire un avvitamento in più per aumentare di quattro decimi il suo coefficiente), la silenziosa Australia, l’impalpabile Brasile e le tre nazioni che sono avanzate insieme all’Italia. Ovvero: l’altalenante Gran Bretagna, che ha fatto molto bene fino all’ultima serie, coppia rodata ma che spesso si perde di testa; la rivelazione Malesia, che nei tuffi soprattutto al femminile è sempre più una certezza; la sorpresa Germania, capace di mettersi alle spalle le più quotate Usa e Ucraina. In sostanza diremmo in sei per due medaglie. Con l’Italia nell’urna ‘teste di serie’ con nordamericane e oceaniche. Abbastanza per sognare?

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: DeepBlueMedia/comunicato ufficiale Len

Lascia un commento

Top