Tiro a segno, Europei a 10m: l’Italia ai “Raggi X”

Bacci_P0213.jpg

Mentre la squadra juniores nostrana è già giunta in quel di Gyor, dove si disputeranno gli Europei 2016 di tiro a segno da distanza 10m, è doveroso conoscere al meglio chi invece rappresenterà il Bel Paese a livello senior in ogni singola gara; con la speranza di strappare una carta olimpica in vista di Rio 2016.

Andiamo quindi a conoscere i dodici azzurri convocati per la rassegna magiara:

CARABINA 10 METRI UOMINI

Lorenzo Bacci (Fiamme Oro): classe 1994 il giovane toscano è arrivato fra i senior dopo delle ottime stagioni fra gli junior, ma è chiaro che deve acquisire ulteriore esperienza per far vedere tutto il suo potenziale.
Enrico Pappalardo (Marina): nato nel 1981 è uno dei veterani della nazionale italiana. Nel 2015, nella tappa di Coppa del Mondo di Fort Benning, è andato vicinissimo a strappare il pass per le Olimpiadi e se a Gyor dimostrasse di essere in giornata nulla gli sarebbe precluso
Simon Weithaler (Esercito): l’altoatesino classe 1993 si è distinto a livello giovanile ed è stato poi immediatamente catapultato nel comparto carabine senior, dove però ha pagato lo scotto della giovane età. Si deve ritrovare sicuramente, ma nel format ad aria compressa può farlo.

PISTOLA 10 METRI UOMINI

Mauro Badaracchi (Forestale): il laziale nativo del 1984 ha vissuto le sue stagioni migliori fra il 2009 e il 2010, quando seppe vincere in Coppa del Mondo e togliersi soddisfazioni anche nelle kermesse continentali proprio dai 10m. Dopo aver attraversato un momento di difficoltà, vuole tornare competitivo e qualificarsi per Rio mostrando a tutti che ha le carte in regola per conquistarsi il Brasile
Dino Briganti (Fiamme Gialle): per il siciliano classe 1991 potrebbe essere finalmente il momento di spiccare il volo e concretizzare tutta la mole di lavoro fatta in questi anni. Serve freddezza e convinzione a Gyor e lui le può avere nel suo curriculum
Luca Tesconi (Carabinieri): il vicecampione olimpico in carica proprio dai 10m, originario di Pietrasanta, è quello che nella sezione delle pistole è andato più volte vicino ad ottenere il visto olimpico. In Ungheria gli serve il colpo di coda finale

CARABINA 10 METRI DONNE

Elania Nardelli (Marina):  la foggiana del 1987 alle Olimpiadi c’è già stata e siamo pronti a scommettere che ci voglia ritornare dalla porta principale. Negli ultimi Europei a 10m ad Arnhem, nel 2015, fu quinta nel medal match: un risultato che se dovesse essere replicato la spingerebbe quasi sicuramente in terra carioca la prossima estate.
Maria Schiava (Esercito): la più giovane della spedizione senior, classe 1996, giunge alla sua prima manifestazione internazionale di questo livello senza alcun tipo di pressione. Questo non potrà che essere un vantaggio per cercare di fare del proprio meglio e magari stupire.
Sabrina Sena (Forestale): conterranea della Nardelli, ma di due anni più “vecchia, la tiratrice difende l’argento conquistato l’anno scorso ad Arnhem, che se fosse ripetuto segnerebbe certamente la qualificazione a Cinque Cerchi. La cabala inoltre è favore: nel 2004 infatti, proprio a Gyor, ottenne l’oro dai 10m nella categoria juniores. Che sia di buon auspicio?

PISTOLA 10 METRI DONNE

Giustina Chiaberto (Susa): l’esperta tiratrice piemontese in queste stagioni non è balzata agli onori delle cronache per risultati eclatanti, come tutto il movimento della pistola femminile ad onor del vero, ma nel 2014 ha comunque dimostrato di sapersi ben preparare per gli appuntamenti che contano figurando nella top20 ai Mondiali di Granada

Susanna Ricci (Torino): anch’essa del Piemonte della compagna di squadra, ha dimostrato nella stagione 2014 di ottenere i suoi migliori risultati proprio in occasione dei Campionati Mondiali. Agli Europei, in assoluto, vanta come miglior risultato il 16° posto del 2013, che se dovesse essere migliorato potrebbe anche, in circostanze fortunate, regalare grande gioia alle pistole del Bel Paese

Foto: UITS

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top