Tennis, WTA Rio De Janeiro: un’indomabile Francesca Schiavone conquista la semifinale

tennis-roland-garros-francesca-schiavone-supertennis-fb-e1468341185856.jpg

Una leonessa indomabile. E’ questa la Francesca Schiavone che ha conquistato la semifinale del WTA di Rio De Janeiro sconfiggendo, al termine di una battaglia durata 2 ore e 39 minuti, l’olandese Cindy Burger, numero 187 del ranking, con il punteggio di 3-6 7-6 6-3.

Ebbene, grinta e determinazione sono stati gli ingredienti di una sfida intensissima che ha visto prevalere la Schiavone quando, ad un certo punto nel secondo parziale, sembrava che il match avesse ormai intrapreso la via dei Paesi Bassi. Tuttavia, la voglia di vincere della milanese, anche in quest’incontro, ha finito per fare la differenza, portandola alla vittoria finale ed ad una qualificazione per il turno successivo, dovendo aspettare il nome della prossima avversaria dal confronto tra Petra Matric e Laura Arruabarrena.

Nel primo set, l’andamento dell’incontro è caratterizzato da basse percentuali di efficienza al servizio da parte di entrambe le giocatrici (48% di prime al servizio per la Burger e 43% per la Schiavone) con il risultato di 4 break, due per parte, nei primi 7 games. Tuttavia nel corso della frazione il numero di punti che Francesca conquista sia con la prima che con la seconda va sempre più in calando concedendo un ulteriore vantaggio alla orange che si aggiudica il parziale 6-3.

La seconda frazione è un’autentica battaglia. Francesca perde subito il gioco d’apertura ma controbreaka immediatamente l’avversaria nel secondo game. La partita segue l’andamento dei turni in battuta fino al settimo gioco quando l’azzurra deve fare nuovamente i conti con la poca efficacia del proprio servizio,  favorendo il break dell’olandese. La Burger sul 5-3 e sul 6-5  ha per ben due volte  la possibilità di servire per il match ma la vincitrice del Roland Garros 2010 reagisce da campionessa puntualmente portando il set al tie-break. In quest’ultima fase del set l’italiana è abile ad annullare una palla match sul (6-5) e infilare una mini-serie di 3 punti che le consegnano il parziale.

Nel terzo e decisivo set, il canovaccio non cambia e le due giocatrici si scambiano due break nei primi due giochi. Tuttavia, è la leonessa che di quindici in quindici mostra una forza mentale superiore. Nel quinto game il momento topico dell’incontro: Francesca strappa il servizio alla rivale senza concedere più nulla nei propri turni in battuta. Il tennis della lombarda sale in cattedra senza dar modo alla Burger di reagire, chiudendo la sfida sul 6-3.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Supertennis

Lascia un commento

Top