Tennis, Fed Cup 2016: Francia-Italia 1-1. Camila Giorgi lotta e vince, Sara Errani si spegne

tennis-sara-errani-wta-miami-fb-sara-errani.jpg

Luci ed ombre nel day 1 della sfida tra Francia ed Italia al Palais des Sports di Marsiglia, valevole per i quarti di finale di Fed Cup 2016. Una vittoria ed una sconfitta, infatti, è il bilancio dell’Italia del tennis femminile nell’insidiosa trasferta francese. Nel primo match di singolare Camila Giorgi ha saputo soffrire e vincere contro Kristina Mladenovic in 3 set con il punteggio di 1-6 6-4 6-1 mentre Sara Errani si è dovuta arrendere alla potenza di Camile Garcia, vittoriosa in due frazioni con lo score di 6-3 7-5.

Che cosa hanno detto i due incontri in ottica azzurra? La partita giocata dalla Giorgi è stata un disastro nel primo set perchè al solito lo scarso acume tattico  le ha fatto pagare dazio, al cospetto di un’avversaria molto performante al servizio: ben 5 gli aces messi a segno. Tuttavia, la grande qualità di Camila, nell’incontro odierno, è stata quella di riavvolgere il nastro dall’inizio e cambiare completamente atteggiamento dal primo quindici del secondo parziale. Determinazione e voglia di vincere sono i due dogmi di fede della nostra portacolori che con crescente convinzione diventa padrona dello scambio. Gli effetti sulla Mladenovic sono devastanti: falli di piede, 40 errori non forzati e 6 doppi falli commessi esclusivamente negli ultimi 2 turni in battuta.  Il terzo set è una formalità: la transalpina non più in grado di trovare la misura del campo mentre la Giorgi, caricata da un Corrado Barazzuti mai così grintoso, sempre più presente e vogliosa di chiudere la sfida il più in fretta possibile. Il 6-1 conclusivo è la ciliegina su una torta gustosa i cui ingredienti sono stati volontà e mentalità vincente. 

Uno spirito positivo che è invece mancato a Sara Errani praticamente mai veramente in gioco con Caroline Garcia, confermatasi bestia nera della bolognese guardando ai precedenti: 4 vittorie per la transalpina contro le 2 dell’azzurra. Ebbene sull’hard di Marsiglia  Sarita ha confermato uno stato di forma lontano dai propri migliori standard e dal punto di vista psicologico il colpo dell’eliminazione al primo turno degli Australian Open 2016 sembra ancor ben lontano dall’essere assorbito. Tanta rabbia ed insicurezza nel tennis della Errani che, contro una giocatrice potente ma discontinua come la Garcia, non ha saputo far valere le sue qualità tecniche: rotazioni esasperate ed accelerazioni improvvise. Un gioco piatto e scarsamente produttivo che, insieme ai soliti problemi al servizio, ha reso arduo il raggiungimento del risultato atteso. Non buoni segnali dunque dalla finalista del Roland Garros 2012 e con la seconda giornata alle porte ed il match con l’insidiosa Mladenovic, l’Italia deve cominciare a preoccuparsi.

CRONACA VITTORIA CAMILA GIORGI

CRONACA SCONFITTA SERA ERRANI

RISULTATI DAY QUARTI DI FINALE FED CUP 2016

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Sara Errani

Lascia un commento

Top