Tennis, ATP Buenos Aires: grandiosa rimonta di Paolo Lorenzi, out Marco Cecchinato

paolo-lorenzi-Coppa-Davis-Napoli.jpg

Una vittoria ed una sconfitta il bilancio del tennis azzurro nei restanti due match del primo turno dell’ATP di Buenos Aires. Sul rosso argentino Paolo Lorenzi si è imposto al termine di una strepitosa rimonta contro Pablo Andujar-Alba, numero 60 del ranking, con il punteggio di 2-6 7-5 6-2 mentre Marco Cecchinato è stato sconfitto da Juan Monaco, n.55 del mondo,  per 6-1 6-3 in 1 ora e 5 minuti di gioco. 

Per quanto riguarda il match di Lorenzi, l’inizio è da dimenticare. Nei primi 3 giochi ben 2 break concessi ad Andujar, avendo grandissime difficoltà al servizio e poca incisività nello scambio. L’azzurro tenta una timida reazione nel game successivo, accorciando le distanza e strappando la battuta al suo avversario ma è una fase transitoria. Di fatto lo spagnolo mantiene il gap portandolo 5-2 (avanti di due break) e chiudendo  facilmente 6-2 in 43′. 

Nel secondo set succede veramente di tutto. Paolo alza il livello del proprio gioco  portandosi avanti 5-1 e potendo servire per la conquista della frazione. Tuttavia, da questo punto in poi, subisce un parziale di 4 games a zero nei quali riesce ad ottenere la miseria di 5 punti. Incredibilmente Andujar rientra in corsa, pareggiando lo score 5-5. L’incontro, però, non finisce di stupire e quando sembra che sia l’iberico ad avere l’inerzia dalla sua è il giocatore nostrano che tiene il servizio e concretizza la palla break nell’undicesimo gioco, aggiudicandosi la frazione 7-5.

Nel terzo e decisivo parziale c’è solo il nostro Paolo in campo. L’iberico, dopo aver perso il secondo set, fatica a trovare il proprio gioco mentre Lorenzi sale decisamente in cattedra. Grande efficienza al servizio ed efficacia alla risposta sono fattori che regalano la vittoria all’italiano (6-2) qualificandolo al secondo turno nel quale incontrerà Sebastian Schwartzman.

Decisamente meno positiva la prova di Cecchinato che al cospetto di un avversario più forte non ha saputo contrapporre una valida resistenza. La sfida si esaurisce in meno di un’ora nella quale Monaco gestisce facilmente il tennis dell’azzurro, mettendolo in crisi nei turni in battuta. Il 6-1 6-3 parla chiaro sul dominio assoluto del padrone di casa.

 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: pagina FB Paolo Lorenzi

Lascia un commento

Top