Superbike, Mondiale 2016: gli italiani al via e le loro speranze

Giugliano-Superbike-Ducati-FOTOCATTAGNI.jpg

Il prossimo weekend vedrà lo start del Campionato WorldSBK 2016, anticipato dal ghiotto aperitivo dei test di Phillip Island, non a caso la stessa località da cui scatteranno le gare valide per il nuovo Mondiale. L’Italia può vantare ai nastri di partenza tre Case costruttrici e schiererà (almeno all’inizio) tre piloti, due rookies e un candidato a…far bene…

Il ventiseienne romano Davide Giugliano, in sella alla Ducati 1199 Panigale R del team Aruba.it Racing, intende fare quell’ulteriore passo in avanti per portare in alto se stesso e la Casa di Borgo Panigale, cancellando un 2015 che definire sfortunato è riduttivo. Durante i test preseason dello scorso anno cadde e si fratturò tre vertebre, dovette saltare i primi quattro GP; al rientro, in occasione del round di Imola, ottenne subito superpole e un terzo posto. A seguire, conquistò due secondi posti (e un’altra partenza dalla prima casella in griglia) fra Portimão e Misano. A causa di un capitombolo in gara-2 del Gran Premio di Laguna Seca, un nuovo infortunio alle vertebre pose anticipatamente fine alla sua stagione, archiviata con 119 punti totali. Quest’anno Giugliano ha subito dimostrato di poter tornare in pista molto competitivo, sereno, veloce ed il suo Mondiale 2016 deve far rima almeno con riscatto, in quanto a malasorte, ha già dato…

La entry list del WorldSBK 2016 vede anche il sammarinese Alex De Angelis (esordiente nel mondo delle derivate di serie), che sta recuperando dal grave infortunio rimediato lo scorso ottobre a Motegi, durante le libere del Gran Premio giapponese della MotoGP. Il pilota della Repubblica del monte Titano ha intrapreso questa nuova sfida con il team IodaRacing motorizzato Aprilia ed accanto a lui ci sarà il talento classe ’93 Lorenzo Savadori, vincitore della Superstock 1000 FIM Cup 2015 con l’Aprilia RSV4-RF ufficiale del team Nuova M2 Racing. Quattro vittorie, due secondi posti, un terzo ed un ottavo posto, il suo score, per un totale di 156 punti conquistati: quest’anno dovrà ovviamente dimenticare questi eccellenti numeri e cercare di guidare al meglio al cospetto dei marpioni della Superbike. Il talento non manca di certo.

Infine Fabio Menghi, classe ’86, ma esordiente anche lui in SBK. Il rider di Sant’Andrea in Casale, dopo sei stagioni in Supersport, scenderà in pista con la Ducati Panigale del team “cliente” VFT Racing.

Per quanto riguarda i costruttori, oltre alle già citate Aprilia e Ducati, sarà presente al Mondiale Superbike 2016 anche la mitica scuderia varesina MV Agusta, rappresentata solo dal britannico Leon Camier, che cercherà di onorare al meglio la MV Agusta 1000 F4. Per i più nostalgici amanti delle due ruote veloci, l’erede naturale di un vero e proprio monumento motoristico.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giuseppe.urbano@oasport.it

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top