Speed Skating, Coppa del Mondo Stavanger: Kulizhnikov re della velocità, Tumolero in evidenza per l’Italia

12524101_1668854600020100_8199456865212349663_n.jpg

La quinta tappa di Coppa del Mondo di speed skating a Stavanger (Norvegia) ha messo in luce la classe cristallina di Pavel Kulizhnikov, autentico dominatore sulla Sørmarka Arena della velocità. I 500m e 1000m sono stati territorio di conquista del fenomeno russo che ha portato a casa 4 vittorie nei tre giorni di gara, conquistando punti importanti anche per la qualificazioni ai Mondiali sprint che si disputeranno a Seoul (Corea del Sud) dal 27 al 28 febbraio.

kulizhnikov

fonte www.isuresults.eu

Tuttavia la forza del movimento di Santa Madre Russia non è limitata alle sole prestazioni dello skater menzionato ma allarga i propri orizzonti ad altri atleti: Denis Yuskov, vincitore dei 1500 metri in 1’44″94, secondo sul chilometro in 1’08″72 ed autore della miglior prestazione dell’anno in 1’41″88, e Ruslan Mashov, immediatamente alle spalle del connazionale Kulizhnikov sui 500 metri (34″74-34″78 nelle due gare disputate). Una prova di squadra importante per contrapporsi allo strapotere del colosso olandese guidato da Sven Kramer, il migliore sui 5000 metri, Ireen Wust, seconda sui 3000 metri e quarta sui 1500 metri, Jorrit Bergsma, alle spalle del compagno di nazionale sui cinque chilometri, e Kjeld Nuis, rivale più qualificato dei russi nelle specialità veloci. Non solo Russia ed Olanda in quel di Stavanger ma anche tanta Martina Sablikova, se ci concedete il termine. La medaglia d’oro degli Europei Allround, disputati qualche settimana fa a Minsk, ha confermato le sue grandi qualità nel mezzofondo, aggiudicandosi i successi nei 3000m in 4’00″08 e sorprendentemente nei 1500m (1’55″44), battendo di 3 centesimi la favoritissima statunitense Brittany Bowe.

E l’Italia? L’appuntamento norvegese ha esaltato le qualità di un altro pattinatore interessante del gruppo azzurro, cioè Nicola Tumolero. Il giovane classe ’94 ha stupito per i miglioramenti evidenziati sopratutto sui 5000m dove, arrivando secondo nel gruppo B in 6’26″33, ha stabilito il suo nuovo record personale abbassato di 4″ (6’30″31 il precedente). Un crono non troppo distante da quello siglato da Andrea Giovannini nella gara del raggruppamento A in cui il 22enne di Baselga di Pinè si è classificato nella top10 della disciplina (nono), capeggiata, come detto, dagli olandesi Kramer e Bergsma. Il 6’25″49 di Andrea è un riscontro positivo anche se, dopo gli eccellenti riscontri della rassegna continentale in Bielorussia ed il quinto posto nella classifica Allround, ci si aspetta sempre qualcosa di più. Sui 500m le buone notizie vengono dal primatista tricolore David Bosa, sesto nella divisione B e sempre decisamente consistente su questi livelli mentre discreta la prova di Francesca Lollobrigida sui 3000m (12esimo tempo nella categoria B in 4’15″43), distanza che, insieme alla mass start, la skater di Frascati sta curando particolarmente nell’annata corrente, dopo il trasferimento nei Paesi Bassi. Ora il prossimo evento in programma saranno i Mondiali su singole distanze di Kolomna (Russia) dal 11 al 14 febbraio e c’è da scommettere che la nazionale di casa farà grandi cose, come i risultati di World Cup hanno già dimostrato.

RISULTATI COMPLETI

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Twitter: @Giandomatrix

Immagine: profilo FB Nicola Tumolero

Lascia un commento

Top