Sci di fondo: sempre Sundby a Lahti, De Fabiani e Salvadori a punti

12311157_10153862128179925_5384344348521558819_n1-e1449179855675.jpg

È sempre Martin Johnsrud Sundby a dettar legge. L’indomabile norvegese mette tutti in riga anche nello skiathlon di Lahti. Sul podio insieme a lui i compagni di squadra Finn Haagen Krogh e Hans Christer Holund. Concludono in zona punti Francesco De Fabiani e Giandomenico Salvadori. 

LA GARA Nei 15 km in classico sono i francesi Maurice Manificat e Jean Marc Gaillard a far la voce grossa. Insieme a loro il russo Alexander Legkov e un plotone di norvegesi guidato da Martin Johnsrud Sundby. In pattinato il leader di Coppa del mondo alza il ritmo, l’ultimo a cedere è Manificat mentre restano in scia i connazionali Finn Haagen Krogh, Hans Christer Holund e Didrik Toenseth. Il quartetto procede compatto sino a 1,5 km dal traguardo, quando l’ennesima accelerazione permette a Sundby di transitare per primo al traguardo con 4.9 secondi su Krogh, 8.0 su Holund e 8.6 su Toenseth. Quinta piazza per l’altro norvegese Niklas Dyrhaug che precede i primi atleti del resto del mondo Maurice Manificat e Alexander Legkov. 

In casa Italia chiude 19° Francesco De Fabiani. Il valdostano, 12° dopo il segmento in classico, si è poi difeso nei 15 km in pattinato, concludendo per la prima volta in carriera uno skiathlon nei venti. Due posizioni più indietro un sempre più convincente Giandomenico Salvadori.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.drago@oasport.it

Lascia un commento

Top