Sci Alpino, Coppa Europa: Buzzi e Pirovano guidano l’Italia dei giovani

Anna-Hofer-FB-FISI-e1454504351180.jpg

Arrivano buoni risultati per l’Italia dalla Coppa Europa di sci alpino. Il secondo circuito FIS permette agli atleti più giovani di confrontarsi in un contesto di gara di livello e gli azzurri stanno ben figurando.

In campo maschile la stella è Emanuele Buzzi, secondo nella classifica generale. A 21 anni, sembra pronto per il grande salto di qualità: sono già evidenti i miglioramenti espressi rispetto alle ultime stagioni. Specialista delle prove veloci, in stagione ha conquistato due successi, uno in discesa e uno in Super-G. Sta trovando maggiore continuità anche in gigante, e nell’ultima uscita ha conquistato un punticino.

Chi si esprime ad altissimi livelli proprio in gigante è Simon Maurberger, classe 1995. Una vittoria e un secondo posto nella disciplina conquistati nell’ultimo mese che fanno ben sperare anche se fino ad ora ha faticato in slalom speciale mentre non gareggia nelle prove di velocità.

Tanta carne al fuoco anche in campo femminile con la 18enne Laura Pirovano seconda nella generale. Pochi gli exploit (un solo podio all’attivo in questa stagione) ma una grande costanza di rendimento considerando la giovane età. Polivalente, nel ventaglio delle discipline in cui è competitiva manca solo lo slalom.

In tema di discipline veloci si sta facendo valere alla grande Verena Gasslitter, sempre tra le migliori in discesa e Super-G. Quattro per lei i podi in stagione, tutti conquistati nelle discipline veloci ed è apprezzabile anche il tentativo di cimentarsi, con discreti risultati, in gigante. Prossima ai 20 anni, potrebbe essere pronta a saggiare la Coppa del mondo. Ha già preso il via in alcune di gare di Coppa del mondo Nicol Delago, che come la coetanea si è espressa su buoni livelli nella prima fase della stagione in velocità.

Poche ma convincenti apparizioni per Karoline Pichler in Coppa Europa. Lei, classe 1994, sta prendendo le misure con il massimo circuito Fis, ma il Coppa del mondo non è mai riuscita a qualificarsi per la seconda manche in gigante, la sua disciplina preferita.

Tra le più esperte, ottimi segnali da parte di Anna Hofer alla miglior stagione della carriera. Per lei, proprio nella giornata odierna, è arrivato il primo successo in questo contesto di gara nella seconda discesa di Davos e nonostante abbia ormai 27 anni può provare a ritagliarsi qualche apparizione in Coppa del mondo.

Nonostante non sia più giovanissima, merita una menzione Lisa Magdalena Agerer. Dopo tre stagioni complesse sembra stia risalendo la china: settimana scorsa è arrivata anche una vittoria in Super-G che potrebbe darle un’importante spinta psicologica per tornare ai livelli cui era arrivata nel 2012, anno in cui aveva dominato il circuito di Coppa Europa.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto Credit: FISI

Lascia un commento

Top