Sci alpino, Coppa del Mondo 2015/2016: Jansrud precede Paris nella discesa coreana

Dominik-Paris-Tanaka-Pentaphoto.jpg

Il norvegese Kjetil Jansrud si è aggiudicato, nella notte italiana, la discesa libera di Jeongseon, valida per la Coppa del Mondo di sci alpino 2015/2016, sulla pista sudcoreana che ospiterà i Giochi Olimpici invernali del 2018. Favorito dopo le due prove cronometrate, il trentenne ha firmato la sua tredicesima vittoria in carriera, la terza stagionale, chiudendo con il tempo di 1’41″38, figlio soprattutto di una prima metà della prova condotta alla perfezione. L’Italia festeggia comunque il secondo posto di Dominik Paris, staccato di soli venti centesimi, che sale sul podio per la prima volta in stagione, dopo averlo sfiorato con il quarto posto di Wengen. Completa il trio di testa il veterano statunitense Steven Nyman, a 41/100 da Jansrud, sempre molto performante sulle piste dove bisogna far valere doti di scorrevolezza.

A soli sei centesimi dal terzo posto di Nyman ed a 47/100 dalla vetta, troviamo invece Peter Fill, che si è confermato competitivo dopo due ottime giornate di prove, e che ha confermato il suo ottimo stato di forma, sfiorando il podio su una pista completamente diversa da quella Streif che gli ha regalato la vittoria due settimane fa. Un risultato importante in ottica Coppa del Mondo di discesa, visto che Fill ha ora 365 punti contro i 327 di Jansrud, anche se al comando c’è sempre l’infortunato Aksel Lund Svindal a quota 436.

La top 5 è completata dallo svizzero Beat Feuz (+0″49), seguito dall’austriaco Otmar Striedinger (+0″52), dall’altro elvetico Carlo Janka (+0″58) e dal francese Adrien Théaux (+0″66), che si è difeso su una pista non certo adatta alle sue caratteristiche, restando in corsa per la sfera di cristallo della specialità con i suoi 301 punti. Tra i migliori dieci anche l’austriaco Romed Baumann (+0″78) ed il secondo francese Guillermo Fayed (+0″80), mentre ha deluso Hannes Reichelt: lo sciatore del Wunderteam ha infatti terminato in dodicesima posizione a 86/100 da Jansrud, preceduto di un centesimo dallo sloveno Bostjan Kline, rivelazione della scorsa settimana a Garmisch-Partenkirchen.

Per trovare il terzo italiano, dopo Paris e Fill, bisogna scendere alla 21ma posizione di Christof Innerhofer (+1″33). Seguono Matteo Marsaglia, 23mo ad 1″51 ed un ottimo Emanuele Buzzi, 25mo ad 1″68. Fuori dalla zona punti, infine, Mattia Casse, 3amo a 2″01. e Werner Heel, 35mo a 2″35.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Tanaka – Pentaphoto

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top