Scherma, Coppa del Mondo: il fioretto italiano prepara con tranquillità Rio 2016

oro-fioretto-maschile-e-femminile-mondiali-mosca-2015-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

In vista del rush finale di spada e sciabola verso Rio 2016, la Coppa del Mondo di scherma offrirà all’Italia un weekend relativamente ‘tranquillo’ con il fioretto impegnato tra Algeri (donne) e Bonn (uomini). La corsa all’Olimpiade, infatti, non ha più nulla da dire per i colori azzurri, che sono certi di schierare in Brasile, il prossimo agosto, il duo Elisa Di Francisca-Arianna Errigo (prima e seconda a Londra 2012) nell’individuale femminile e la squadra campione del mondo in carica (Andrea Cassarà, Andrea Baldini, Daniele Garozzo e Giorgio Avola) nella prova a squadre maschile.

L’aritmetica ha promosso ormai da tempo quella che era e rimane l’arma più florida dell’intero movimento italiano e, adesso, il poter affrontare senza tensioni questa seconda parte di stagione servirà senza dubbio a preparare nel migliore dei modi l’atteso appuntamento a Cinque Cerchi. La scherma è da sempre una miniera di medaglie olimpiche per il Bel Paese e, in un’edizione caratterizzata dall’assenza del super Dream Team a causa della rotazione imposta dal Cio, si dovrà ottenere il più possibile con le altre gare per mantenersi in media.

Va da sé che le attese sul fioretto italiano siano tante. Ma è inevitabile: entrambi i quartetti sono campioni olimpici e mondiali in carica. A livello individuale le donne dominano in lungo e in largo, gli uomini hanno conquistato una splendida tripletta agli ultimi Europei. Le carte per fare bene ci sono eccome. Da Algeri e Bonn passerà quel crescendo di condizione che accompagnerà gli azzurri fino all’estate.

CLICCA SU PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE

Lascia un commento

Top